Da Parigi a Roma, torna il dito della mano della statua di Costantino

È stata ricomposta la mano della statua colossale in bronzo, con il frammento dell'indice che era custodito al Louvre

Dopo quasi 500 anni grazie alla sinergia tra Roma e il Musée du Louvre è stata ricomposta la mano della statua colossale in bronzo di Costantino, con il frammento del dito della Collezione Campana che è stato finora a Parigi. Lo afferma in un post su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.

 

Nel 20018 la scoperta che il frammento di dito indice apparteneva alla statua di Costantino.

“Adesso l’opera è esposta qui a Roma ai Musei Capitolini nell’Esedra del Marco Aurelio. Questa importante operazione avviene in coincidenza dei 550 anni della donazione da parte di papa Sisto IV del nucleo di opere che ha dato origine alla collezione dei Musei Capitolini, che ricordiamo è il museo pubblico più antico del mondo”, continua la prima cittadina di Roma.

“Tra le opere restituite in quell’occasione ai romani c’era anche la Lupa Capitolina. La cultura non ha confini e sono molto contenta che romani e turisti potranno ammirare e conoscere questa storia incredibile”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna