Dopo due anni di stop tornano i concerti, si parte con l’Eurovision

Con la vittoria dell'anno scorso, i Maneskin hanno riportato il festival in Italia: Torino e il PalAlpitour si stanno preparando ad accogliere al meglio la competizione europea, in programma dal 10 al 14 maggio. Estate affollata di appuntamenti finora rimandati. Incombe però la variante Omicron, così - in attesa di vedere come andrà - qualcuno comincia a fare un passo indietro, come Tiziano Ferro che ha già annunciato di rimandare al 2023 il suo tour negli stadi

Dopo due anni di stop ai grandi eventi, la speranza è che con il 2022 si possa tornare alla normalità. Incombe però la variante Omicron, che sta facendo schizzare verso l’alto i contagi. E così – in attesa di vedere come andrà – qualcuno comincia a fare un passo indietro, come Tiziano Ferro che ha già deciso e annunciato di rimandare al 2023 il suo tour negli stadi. Gli altri incrociano le dita. Primi tra tutti, i protagonisti del festival di Sanremo. L’anno scorso la manifestazione si è tenuta, a marzo, in un’atmosfera surreale e spettrale, in pieno lockdown. Per l’edizione 2022 si puntava a far tornare il pubblico all’Ariston e gli addetti ai lavori al gran completo nella cittadina ligure. Con la situazione degli ultimi giorni, uno scenario tutto da verificare. Prima dei grandi appuntamenti estivi tra festival e concertoni, l’attesa è per l’Eurovision Song Contest che, grazie alla vittoria dell’anno scorso, i Maneskin hanno riportato in Italia.

Torino e il PalAlpitour si stanno preparando ad accogliere al meglio la competizione europea, in programma dal 10 al 14 maggio, che vede sfidarsi i rappresentanti di tutta Europa. Per l’Italia ha diritto a partecipare il vincitore del Festival di Sanremo, come è stato per la band romana che dalla Liguria è andata poi alla conquista del mondo.

Sarà poi la volta dell’estate, particolarmente affollata, dato il rinvio dei tour di ben due stagioni. In primis, gli eventi unici, come “Una. Nessuna. Centomila”, voluto dalle signore della musica italiana contro la violenza di genere. L’11 giugno Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini, Laura Pausini saliranno sul palco della RCF Arena, che può accogliere oltre 100mila spettatori, a Reggio Emilia (Campovolo) per raccogliere fondi destinati ai centri antiviolenza. Nella stessa Arena, ma una settimana prima (il 4 giugno), protagonista sarà Luciano Ligabue, che con due anni di ritardo festeggia “30 anni in un (nuovo) giorno”. Riaperte le frontiere, i festival hanno cercato di confermare gli headliner stranieri iniziali: gli I-Days di Milano, che torneranno dal 9 al 12 giugno all’Ippodromo Milano Trenno, ospiteranno Greta Van Fleet il 9, Aerosmith il 10, Imagine Dragons l’11, Foo Fighters il 12. Anche il Firenze Rocks alla Visarno Arena si rifà il trucco e dal 16 al 19 giugno può vantarsi di avere: Green Day (il 16), Muse (il 17), Red Hot Chili Peppers (il 18) e Metallica a chiudere.

Line up già delineate per il Milano Summer Festival (che tra i protagonisti vede Green Day, The Killers, Alice Cooper e Stromae), per il Roma Summer Fest (con Deep Purple, Skunk Anansie, Simple Minds, Lp) e Lucca Summer Fest (con Liam Gallagher e Kasabian, John Legend e Ben Harper). Rinuncia ai festival, come inizialmente previsto, ma non ai bagni di folla nelle stesse strutture Vasco Rossi che il 24 maggio sarà all’Ippodromo Milano Trenno, il 28 maggio all’Autodromo di Imola, il 3 giugno alla Visarno Arena di Firenze e l’11 e 12 giugno al Circo Massimo di Roma. Nell’antico circo romano si esibiranno anche i Maneskin il 9 luglio, nell’ambito del Rock in Roma. Dal 2 luglio Jovanotti torna in spiaggia per i nuovi appuntamenti del Jova Beach Party, edizione 2022, all’insegna del divertimento e dell’assembramento al mare.

I Pearl Jam sono attesi a Imola il 25 giugno, mentre i Kiss arriveranno all’Arena di Verona l’11 luglio per l’unica data italiana dell’End of the Road World tour. Tappa italiana a San Siro il 10 luglio per i Guns n’ Roses. Nutrita anche la pattuglia degli italiani, che hanno opzionato gli stadi. Tra loro Cesare Cremonini, Ultimo, Marco Mengoni, Max Pezzali e Salmo. Coppia senza pari quella composta da Antonello Venditti e Francesco De Gregori che hanno in programma un evento unico allo Stadio Olimpico di Roma, così come Gianna Nannini a Firenze. Claudio Baglioni è invece impegnato nella preparazione dei concerti di “Dodici Note” alle Terme di Caracalla a Roma (12 serate), al Teatro Greco di Siracusa e all’Arena di Verona. (di Claudia Fascia per Ansa)

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna