Dopo il restauro riapre la Serra Moresca di Villa Torlonia a Roma

Gualtieri, un altro gioiello che restituiamo ai romani

Riapre al pubblico la Serra Moresca di Villa Torlonia, dopo anni di abbandono seguiti da un lungo lavoro di restauro condotto dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. L’architettura e’ ispirata all’Alhambra di Granada e la Serra e’ stata concepita per ospitare piante esotiche e rare ma anche come scenario per eventi.

Progettato intorno al 1839 dall’architetto veneto Giuseppe Jappelli, il complesso della Serra Moresca torna alla sua originaria bellezza dopo due fasi di restauro: la prima, tra il 2007 e il 2013, ha riguardato il recupero dell’edificio da una condizione di fortissimo degrado, con un ripristino fedele dell’assetto originario Nella seconda fase, da poco conclusa, oltre a ulteriori interventi conservativi, si e’ invece provveduto all’allestimento e messa in esercizio dell’intero complesso come spazio museale.

Inserito nel circuito dei Musei di Villa Torlonia, il complesso sara’ aperto al pubblico da mercoledi’ 8 dicembre con un orario, in vigore fino al 31 marzo, che andra’ dalle ore 10:00 alle ore 16:00, dal martedi’ alla domenica (chiusura il lunedi’). A partire dal 1 aprile e fino al 30 settembre, l’orario di apertura sara’ invece dalle 10:00 alle 19:00 con l’eccezione di luglio e agosto in cui il complesso rimarra’ chiuso per ragioni climatiche.

“Oggi si restituisce ai cittadini un gioiello della nostra citta’, dentro un progetto di valorizzazione dell’intera Villa. Una ricchezza che ridiamo a Roma, grazie a un lavoro magnifico, concluso dopo tanto tempo. Ora riportiamo la bellezza in questo luogo, che fara’ parte del circuito didattico-museale cittadino”, commenta il sindaco di Roma Roberto Gualtieri.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna