La Biblioteca Lancisiana 4.0

Il progetto "Lancisiana Virtual Library" dà inizio alla biblioteca interattiva

Lancisiana Virtual Library
Biblioteca Lancisiana

La biblioteca Lancisiana è uno dei molti contenitori di tesori presenti a Roma. Fondata nel 1711 colleziona tomi e manoscritti unici e fondamentali nella storia dell’editoria ufficiale del Vaticano.

Oggi si arricchisce di un’installazione di tecnologia interattiva che attende soltanto la riapertura del complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia.

Il progetto finanziato con i fondi Europei gestiti dalla regione Lazio nell’ambito del POR_FSR 2014-2020, prevede l’interazione tra i visitatori e un personaggio olografico a grandezza naturale immerso nell’ambiente, raffigurato dall’abate Cristoforo Carsughi, primo bibliotecario nel 1714.

Ideatore del progetto la Lozzi Publishing, una casa editrice legata al mondo della cultura e del turismo che non si è fatta fermare dalle difficoltà del periodo e ha portato a termine un idea originale e innovativa.

Il progetto prevede un’interfaccia olografica in grado di riprodurre personaggi a grandezza naturale e di simulare la loro presenza nell’ambiente circostante.

Biblioteca Lancisiana tomi
Alcuni testi digitalizzati

Grazie alla tecnologia utilizzata HI-Human Interface, il personaggio avverte la presenza del visitatore e inizia a dialogare con lui tramite le audioguide-smartphone messe a disposizione o sul proprio cellulare.

Entrando nella Biblioteca Lancisiana, il visitatore “incontra” il bibliotecario Carsughi e, durante l’ascolto del racconto, potrà porre delle domande, ricevendo delle risposte dal personaggio olografico nella lingua selezionata all’inizio della visita.

Grazie alla tecnologia utilizzata HI-Human Interface, il personaggio avverte la presenza del visitatore e inizia a dialogare con lui tramite gli smartphone messi a disposizione o sul proprio cellulare scaricando l’App.

Opere di straordinaria importanza

La tecnologia olografica renderà accessibile al pubblico parte del Liber Fraternitatis, un codice miniato del XV secolo e contenente le firme dei celebri personaggi che hanno visitato il luogo.

Durante la visita è possibile ascoltare gli audio riguardanti alcuni dei libri più importanti della collezione della Biblioteca Lancisiana, tra cui lo stesso Liber Fraternitatis e le Tavole anatomiche di Bartolomeo Eustachio, narrati da una voce che interpreterà Giovanni Maria Lancisi, l’artefice e protagonista di questo straordinario luogo.

Possiamo affermare che questo è un esempio virtuoso di applicazione di nuove tecnologie “made in Italy” nei beni culturali; per citare il dictat del Pres. Zingaretti si è riusciti a unire “il capitello con il chip”

Per maggiori informazioni www.bibliolancisi.it

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna