“La dolce vita is back”: il rilancio dell’immagine dell’Italia passa dalla Nft art

Acronimo di Non-fungible-token, una forma d'arte in forte crescita sulle opere digitali. Il filmato è stato creato sotto la direzione artistica di Giulietta Revel - attrice, scrittrice e filmaker - quale omaggio a "La dolce vita" romana e alla principessa Irene Galitzine, che di quel periodo fu illustre protagonista

photo credit: Giulietta Revel

“La dolce vita is back” è il titolo del nuovo filmato Nft (acronimo di Non-fungible-token) creato sotto la direzione artistica di Giulietta Revel – attrice, scrittrice e filmaker – quale omaggio a “La dolce vita” romana e alla principessa Irene Galitzine, che di quel periodo fu illustre protagonista, nonché ambasciatrice mondiale di un nuovo stile e di un’eleganza tutta italiana. Ancora è possibile vedere alcune sue creazioni al Metropolitan museum di New York, al Victoria and Albert museum di Londra e al museo del Costume di San Pietroburgo.

L’appuntamento – si legge in una nota – è per il primo secondo del primo gennaio 2022, quando l’Nft del filmato sarà inserito nel marketplace sulla piattaforma Solana.com per la cifra simbolica di 202.2 Sol (chiaro riferimento al 2022), pari a 36mila euro, con un’operazione che coniuga arte e moda, così come avviene sempre più di frequente con utilizzo di Nft. Si tratta infatti di un prodotto che appartiene alla Nft art, forma d’arte che – prosegue la nota – si sta sempre più sviluppando sulle opere digitali, con un mercato che si è moltiplicato esponenzialmente. È ormai universalmente noto il collage digitale “Everydays: the first 5000 days” dell’artista Mike Winkleman, aggiudicato all’asta di Christie’s per 69 milioni di dollari.

Il crescente interesse per questo tipo di prodotto digitale da parte dei colossi del lusso e della moda internazionale ha spinto la proprietà del marchio Galitzine a commissionare un Nft per celebrare il rilancio di un’immagine dell’Italia che non solo resiste ma rinasce, come un’araba fenice, dalle ceneri di una millenaria storia di arte, bellezza, cultura, scienza, tradizione e si proietta in un futuro dominato da criptovalute, blockchain, metaversi, intelligenza artificiale.

Un omaggio a “La dolce vita” come periodo storico di una Roma che riemerge dall’oscurità della pandemia, così come è riemersa dall’oscurità del dopoguerra, con la voglia di vivere, di divertirsi, il boom economico, le milionarie produzioni cinematografiche americane a Cinecittà. Un fenomeno che trova la sua massima stigmatizzazione nell’omonimo capolavoro diretto da Federico Fellini. La dolce vita romana raccontata attraverso le creazioni della principessa Galitzine, ambasciatrice creativa dello stile italiano nel mondo. Il suo Pijama Palazzo – conclude la nota – come simbolo di un’Italia che rinasce e che è ancora tutta da raccontare.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna