19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

La foto surreale dei turisti che fotografano un cartellone del Colosseo al Colosseo

Conversazione immaginaria di Radiocolonna con uno dei turisti asiatici presenti nello scatto

Perché fotografare il vero Colosseo se è raffigurato in un bel cartellone della Metro C? È quello che avranno pensato i turisti asiatici in questa foto surreale scattata dal giornalista Valerio Bastianelli e concessa gentilmente a Radiocolonna.

L’istantanea non proviene da qualche meta esotica in cui il Colosseo dista migliaia di chilometri ma a due passi dall’Anfiteatro Flavio. Sarebbe bastato girarsi di 180° per vedere il travertino di una delle sette meraviglie del mondo.

In una conversazione immaginaria, il signore con il giubbotto in pelle nera che primeggia con il suo smartphone – in tinta con la giacca – ci ha confidato che sì, potrebbe sembrare una dinamica strana ma solo in apparenza.

“Chi può dire di essere stato a Roma e di aver visto il Colosseo dall’alto? – spiega – lei che è romano, ha mai visto il Colosseo da sopra?”. Effettivamente no.

Il turista spiega anche che immortalare ‘live’ il Colosseo ha un sacco di controindicazioni: cantieri ovunque, strutture che bloccano la visuale, bus che passano e che rovinano i selfie, turisti molesti che monopolizzano i punti migliori per fare le foto.

Dice che si sarebbe voluto spostare sul Colle Oppio o sulla terrazza di Largo Agnesi ma la guida turistica – un giapponese arcigno originario di Osaka ma residente da 20 anni nella Capitale – non ha acconsentito.

“Per fortuna c’è la Metro C che ci rende la vita più facile – conclude il turista – non per i treni che passano ogni quarto d’ora, ma per gli scorci mozzafiato che ci propone”.

Una foto surreale che testimonia il fascino e la forza attrattiva che esercita il Colosseo su turisti che provengono dall’altra parte del globo. Anche sopra un cartellone.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014