La stagione della caccia – C’era una volta Vigata domani sera su Rai 1

Un nuovo film ispirato al romanzo di Andrea Camilleri con Francesco Scianna, Tommaso Ragno e Miriam Dalmazio

La stagione della caccia - C'era una volta Vigata, film ispirato al libro di Andrea Camilleri, domani sera su Rai 1 © Paolo Ciriello

Dopo il successo de Il Commissario Montalbano, la Rai trasmette domani sera La stagione della caccia, un nuovo film TV che racconta la “vecchia” Vigata e ispirata all’omonimo romanzo di Andrea Camilleri. La stagione della caccia – C’era una volta Vigata va in onda su Rai 1 alle 21:25. 

A seguire il successo de La Mossa del Cavallo, la Rai trasmette un altro film TV ispirato all’antica Vigata: La stagione della caccia diretta da Roan Johnson, il regista di Piuma che dirige questa storia ambientata nell’antica Vigata.

Fofò La Matina, interpretato da Scianna, ritorna a Vigata. Fofò è un farmacista ed è il figlio di Santo, “camperi” del marchese Peluso. Una volta tornato a Vigata, la famiglia Peluso viene colpita da una serie di morti misteriose: il marchese Peluso, lo zio Totò e la zia, la marchesa Matilde e ‘Ntontò si rirova sola nel palazzo.

Il romanzo La stagione della caccia ha fortemente colpito il suo regista, una delle ragioni per la quale ha deciso di portarlo sul piccolo schermo è che rappresenta una critica al patriarcato:

“Dopo aver letto e riletto il romanzo e la prima versione del copione scritta dallo stesso Camilleri, dal mio maestro del Centro Sperimentale Francesco Bruni e da Leonardo Marini, e parlando con loro, ho capito che il filo conduttore principale era la critica al patriarcato del tempo, che poi, se si vuole, è la radice di un patriarcato che ancora noi italiani facciamo fatica a metterci alle spalle.  Perché il Marchese Peluso si intestardisce a fare il figlio masculo in giovane età nonostante abbia già una femmina, e si intestardisce in vecchiaia a fare un altro figlio masculo quando il primo muore? Deve mantenere il nome, il suo casato, la sua eredità”. 

Johnson ha anche riconosciuto alcuni legami con altri grandissimi autori siciliani Tomasi de Lampedusa e Verga:

“I Peluso, ancora legati alla terra, al possesso, alla roba. Infatti, oltre all’eredità del Gattopardo ci ho sentito anche tanto Verga e i racconti di una Sicilia ancora primitiva dove la forza e la violenza giocano un ruolo importante”.

A interpretare l’ultimo erede dei Peluso, Tommaso Ragno, per spiegare il suo ruolo all’attore indimenticabile ne Il Miracolo, il regista ha usato un paragone con Tony Soprano:

“Quando ho parlato con Tommaso Ragno del personaggio di Federico, il miglior paragone che sono riuscito a fare è stato: ‘Pensa come se i Peluso fossero i Sopranos del diciannovesimo secolo, come se tu fossi il James Gandolfini di Vigata’”.

Opposto a Federico Peluso c’è Fofò La Matina, ma è veramente così o Fofò è l’eroe del film TV:

“Si potrebbe parlare per ore dei personaggi di Camilleri, perché sono così complessi, così poco semplificati che sfuggono perfino alle categorie di protagonista o antagonista. Il protagonista è Filippo Peluso che incontra il suo nemico Fofò la Matina che vuole sedurre la figlia, o forse è Fofò che torna a prendersi la rivincita dal despota Peluso? O forse la vera protagonista è la marchesina ‘Ntontò che nonostante tutto diventa la nuova regina della casa tenendo le redini di quello che è rimasto della sua famiglia?”

Per portarlo in TV, Johnson ha tenuto saldi i temi del libro di Camilleri:

“Come la follia da un punto di vista dell’interpretazione degli attori e quello della terra da un punto di vista iconografico, lasciando il tutto il più sporco e polveroso, e tenendo in mente la terra come tema simbolico. Una terra che ti dà i frutti, che ti dà il potere e che tu devi possedere. E così sono rimasto fino alla fine sbalordito”.

Completano il cast del film TV: Ninni Bruschetta nei panni di padre Macaluso, Giorgio Marchesi nei panni di Emiliano Saint Vincent, Alessio Vassallo nei panni di Nenè e Alice Canzonieri in quelli di Serafina. La stagione della caccia vi aspetta su Rai 1 domani sera alle 21:25, prodotto da Carlo Degli Esposti, Nicola Serra e Max Gusberti.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna