Mary e il Fiore della Strega, la favola dello Studio Ponoc al cinema

Dai creatori di Arietty e Quando c’era Marnie, dal 14 al 20 giugno distribuisce Lucky Red

Mary e il Fiore della Strega dal 14 al 20 giugno al cinema con Lucky Red

Mary e il Fiore della Strega è un nuovo film d’animazione realizzato dallo Studio Ponoc, diretto dallo stesso regista di Arietty e Quando c’era Marnie, ed è in sala al cinema dal 14 al 20 giugno, grazie a Lucky Red.

La protagonista della storia è Mary, una giovane ragazzina dai capelli rossi e impossibili da pettinare che si è appena trasferita nella casa della nonna a Redmanor.

Sarà un anno pieno di cambiamenti per Mary, quando troverà il Volo Notturno, un fiore che può trasformarla in strega, Mary diventerà anche una piccola streghetta.

Mary si ritroverà in un mondo magico dove scoprirà di essere coraggiosa e di non aver bisogno né di una scopa, né di un incantesimo per mostrare veramente chi è. Mary ricalca pienamente le eroine dei film d’animazione diretti precedentemente da Hiromasa Yonebayashi: Arrietty e Marnie.

Come Arrietty e Marnie, Mary dimostra a se stessa che non ha bisogno di una scopa o dei poteri magici per affrontare la vita, dimostra che il coraggio supera la magia e salverà il suo amico Peter dalle grinfie dei maghi diventati cattivi.

Interamente disegnato a mano, Mary e il Fiore della Strega segna anche il futuro dello Studio Ghibli, il neonato Studio Ponoc. Racconta questo passaggio importante nella sua vita, lo stesso regista:

“Dopo la chiusura del reparto produzione dello Studio Ghibli, me ne sono andato da lì con alcuni colleghi. È stato un momento di grande tristezza per chi come me aveva amato lo Studio Ghibli, e anche di delusione perché, dopo aver finito Quando c’era Marnie, avevo un solo pensiero fisso in mente: ‘Fino a quando ne avrò la possibilità, voglio fare film di animazione’. Ma non c’era più alcuna certezza. Avendo lavorato solo all’interno di un ambiente protetto come quello della Ghibli, sarei stato capace di ricominciare da zero e arrivare a realizzare un intero lungometraggio? Senza staff e senza neanche uno studio di produzione, sarei stato in grado di trovare i fondi necessari? Eppure, nonostante tutte le mie insicurezze, continuavo ad animare perché sapevo che quello era il mio lavoro”.

Dopo vent’anni a fianco di Isao Takahata e Hayao Miyazaki, il regista ha fondato lo Studio Ponoc:

“Ho trascorso circa vent’anni allo Studio Ghibli, lavorando con Isao Takahata e Hayao Miyazaki. Le competenze e la mentalità che ho acquisito lì sono i miei tesori. Ora, con quei tesori racchiusi nel cuore, ho dato il massimo per realizzare questo nuovo film insieme al mio team. Abbiamo fatto di tutto per rendere Mary e il fiore della strega un’esperienza in grado di suscitare emozioni e meraviglia nel pubblico. Penso che sia una storia che parla di bambini che dovranno vivere nel tempo a venire”.

Ed è proprio così, Mary e il Fiore della Strega riprende le storie magiche, i colori, i particolari e le emozioni che tutti i film d’animazione dello Studio Ghibli ci hanno fatto vivere. Mary che “si sente in imbarazzo perché non abituata a essere lodata” e “colleziona fallimenti”, ha tutte le carte in regola per diventare un’eroina amatissima.

La magia di questo piccolo e meraviglioso film d’animazione vi aspetta al cinema dal 14 al 20 giugno, distribuisce Lucky Red. 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna