14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Montecitorio, 500 studenti parlamentari per un giorno

Ritorna l'iniziativa di Democracy che consente agli studenti di provare a elaborare proposte di legge sui temi più significativi del momento

Un momento dell'iniziativa (Foto Omniroma)

Quattro giorni di intenso lavoro sui temi dell’immigrazione e delle fake news che hanno interessato 500 studenti universitari e delle scuole superiori. Questa è la quarta edizione di Democracy, il più importante evento di simulazione dei lavori del Parlamento italiano che si è conclusa nell’Aula dei Gruppi Parlamentari, a Montecitorio. Il progetto è organizzato dall’Associazione diplomatici, partner ufficiale delle Nazioni Unite, per testare le capacità dei giovani ‘parlamentari’ per un giorno verso il mondo della politica.

 

I lavori, moderati da Valeria Corbino responsabile associazione diplomatici della sede di Palermo e da Marco Stasi responsabile dell’associazione diplomatici Puglia, Basilicata e Marche, si sono svolti con un dibattito pubblico e votazione finale delle due proposte di legge elaborate dagli stessi studenti. Fabio, studente di scienze politiche dell’Università di Genova ha dichiarato che: “Con il mio gruppo ci siamo occupati delle fake news, tematica molto attuale. È stata davvero dura rappresentare un parlamentare perché abbiamo lavorato molto sia per la scrittura della proposta di legge ma anche dal punto di vista strategico, un lavoro difficile ma gratificante. Sarà una battaglia all’ultimo voto”.

 

Alessandro Dimaiuta, segretario generale associazione diplomatici ha parlato di Democracy: “Democracy nasce con l’idea di dare uno stimolo a quella che è l’idea di politica nei giovani. Abbiamo così creato un modello che fosse lontano da tutte le tematiche partitiche della politica. Qui i ragazzi portano avanti gli interessi della collettività senza pregiudizi e interessi laterali. Questa dovrebbe essere la vera politica”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014