Roma: a Santa Maria Maggiore si rivive il miracolo della Madonna della Neve

Un evento caro ai romani. Che questa sera, come ogni anno, si riuniscono in piazza di Santa Maria Maggiore per ricordare la miracolosa nevicata del 358 d.C. e la dedicazione della Basilica.

Il 5 agosto di ogni anno la città di Roma si prepara a festeggiare l’anniversario della Dedicazione della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore e a pregare la Madonna della Neve. Nel pomeriggio, alle ore 17 saranno celebrati i Vespri da monsignor Piero Marini, vicario dell’arciprete, e finalmente alle ore 21.00 inizierà la rievocazione storica del Miracolo della Madonna della neve con proiezioni, giochi di luce, letture, musiche, la Fanfara della Legione Allievi Carabinieri, un soprano e un tenore allieteranno tutti i presenti.

L’evento, dedicato anche quest’anno a Papa Francesco, si concluderà a mezzanotte con fiocchi di neve, simbolo di pace, che discenderanno dal cielo e imbiancheranno il suolo del piazzale antistante la Basilica, creando uno spettacolo imperdibile. Don Ricupero, maestro delle celebrazioni liturgiche della Basilica papale: “Un evento eccezionale. Ogni anno migliaia di pellegrini a pregare dinanzi alla Madonna”

L’icona della Madonna con in braccio il Bambino Gesù benedicente, quale “Salus Populi Romani”, custodita all’interno della Basilica, è una delle immagini mariane più venerate dai romani che con fiducia invocano la sua protezione ed è particolarmente cara al Pontefice, che è solito farle visita prima e dopo ogni suo viaggio.

La tradizionale “nevicata” si svolge in memoria dell’evento miracoloso avvenuto nel 358 d.C., sotto il pontificato di Papa Liberio, quando, la Madonna apparve in sogno al Papa e al patrizio Giovanni, chiedendo loro di costruire una chiesa nel luogo che Lei avrebbe indicato. Così il giorno dopo, in pieno agosto, l’Esquilino era ricoperto di neve ad indicare il luogo dove sarebbe dovuta sorgere la chiesa dedicata alla Madonna e l’evento passò alla storia come “il miracolo della neve”.

Inoltre, quest’anno all’interno del cortile delle Basilica i fedeli potranno assaggiare anche un gelato speciale, chiamato “nevicata”, creato per l’occasione dai maestri gelatieri di Antica Gelateria del Corso, al gusto di limone con topping all’arancia, zenzero e nevicata di meringa, che anche Papa Francesco ha potuto degustare al suo rientro dal viaggio in Canada.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna