Roma, al via dal 9 giugno la programmazione estiva della Casa del Cinema

Nel Teatro all'aperto Ettore Scola

Prende il via, domani 9 giugno con il festival del cinema albanese, la “lunga estate calda” di CALEIDOSCOPIO, la programmazione estiva di Casa del Cinema nel Teatro all’aperto Ettore Scola, promossa da Roma Culture. Nel generale panorama di rilancio della cultura in quest’estate da vivere “in presenza”, le oltre 100 serate gratuite – dal 9 giugno al 19 settembre all’ombra dei pini di Villa Borghese – sono un tassello importante dell’ampio disegno dell’Estate Romana.

La compresenza di ben sei festival internazionali, che hanno scelto questa vetrina per esprimere la vitalità delle diverse proposte e il dinamismo delle singole cinematografie, è il segno che questo è un luogo aperto sulle varie sensibilità ed esperienze di tutto il mondo per quanto riguarda la Settima Arte. Si va dall’Albania (Albania Si Gira!, 9-12 giugno) alla Bulgaria (Festa del cinema bulgaro, 24-26 giugno), da Israele (Pitigliani Kolno’a Festival – Ebraismo e Israele nel Cinema, 27-28 giugno) all’India (Summermela Festival, 29 giugno), dal continente africano (RomAfrica Film Festival, 15-17 luglio) all’Irlanda (Irish Film Festa, 20-24 luglio).

Un programma che parla di civiltà, di inclusione, di passione per le storie alle più svariate latitudini; una costante he trova conferma in altri appuntamenti speciali come il Roma International Fashion Film Festival (17-18 giugno), il SalinaDocFest – Festival Internazionale del documentario narrativo (30 giugno – 3 luglio), il Rome Independent Cinema Festival (16 settembre). Un autentico caleidoscopio di colori che ciascuno di loro disegna sulla nostra tavolozza. Grazie alla costante collaborazione con CSC – Cineteca Nazionale e alla partnership con Cinecittà, questo è però sia luogo della memoria che testimone del costante rinnovamento nel cinema italiano.

Non poteva mancare allora, nel doppio e parallelo centenario di due giganti come Vittorio Gassmann e Ugo Tognazzi, un lungo viaggio attraverso l’arte e il virtuosismo di due amatissimi “mostri” capaci, da soli o in coppia, di raccontare il Paese. Con Vittorio e Ugo, due mostri (di bravura) nel cinema si passeranno in rassegna film memorabili come I soliti ignoti, Vogliamo i colonnelli o La terrazza e, a sessanta anni dalla sua uscita, in ricordo anche della sua protagonista Catherine Spaak, si potrà vedere Il sorpasso, accompagnato per l’occasione dalla proiezione del documentario di Gloria De Antoni L’estate di Bruno Cortona, dedicato alle testimonianze di chi visse l’emozione di quel set irripetibile. In sintonia con la stessa idea di viaggio tra passato e presente, vanno segnalati altri due percorsi da qui a settembre: la tradizionale finestra sul cinema del reale di Docu e Arena che il critico Maurizio Di Rienzo ha voluto dedicare ai ritratti di protagonisti del ‘900 come Marina Cicogna, Gigi Proietti, Giorgio Strehler, Ornella Vanoni; e – in chiusura di programma – la rassegna a cura di CSC – Cineteca Nazionale A fil di Spada, un omaggio alla famiglia dei maestri d’arme Musumeci Greco, con una carrellata sui più bei duelli di Cinecittà e dintorni dagli anni ’40 a oggi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna