Roma: alla Casa dell’architettura la mostra che indaga il rapporto tra arte, spazio e tempo

Visitabile dal 29 luglio al 29 settembre.

Indagare il rapporto tra arte, spazio e tempo. Questo l’obiettivo della mostra collettiva di scultura, a cura di Andrea Guastella e dello studio di scultura M’Arte esposta all’Acquario romano, nella Casa dell’Architettura, dal nome “AcquAria. Featuring the sculture habitat” e visitabile dal 29 luglio al 29 settembre. Lo comunica Eur spa.

La mostra vedrà l’esposizione delle opere degli artisti Alessandro di Cola, Alessia Forconi, Antonio Tropiano, Cristian Vigliarolo, Cristina Giorgi, Davide Dormino, Ferruccio Maierna, Fulvio Merolli, Hiroyuki Asakawa, Isabella Noseda, Laure Boulay, Mattia Savini, Reinhard Pfingst e Stefano Sabetta. Dal Novecento a oggi – prosegue la nota – non vi è stato pittore, scultore o architetto che non si sia interrogato sul rapporto tra la propria disciplina e l’idea di spazio, magari declinata, come nell’arte di Picasso, in relazione con il tempo. Cambia, in una parola, l’approccio all’opera, che cessa di essere oggetto da fruire solo per sé stesso, e guarda al contesto.

Ma cosa significa – si legge nella nota – disporre dello spazio in un’epoca in cui il reale e il virtuale si confondono, con una tendenziale prevalenza del secondo? Cosa significa custodirlo e proteggerlo quando l’architettura dei musei è vuota, la scultura non si vede e gli occhi si aprono esclusivamente sulle fogge, ripetute all’infinito, del nostro quotidiano? In questo orizzonte, desolante, di spazio pubblico abolito, quattordici scultori contemporanei hanno accolto l’invito dello studio M’arte di presentare un proprio lavoro presso l’Aquario Romano: edificio nato a fine Ottocento come acquario, ma usato ben presto come cinema, teatro e deposito per il teatro dell’Opera, sino al recupero, completato ai primi del duemila, e alla sua trasformazione in Casa dell’architettura. Al secondo piano di questa casa fitta di memorie, le loro opere occupano un anello completo, simmetrico e speculare, che dialoga attraverso una loggia col grande vano centrale.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna