Roma: Comune-Fondazione TIM insieme per restauro Mausoleo Augusto

Per tutto il 2021, l'accesso resterà sempre gratuito per i residenti a Roma e nell'area della città metropolitana. Raggi, riapertura è simbolo ripartenza per mondo intero

Progetto a due per la riqualificazione e il restauro del Mausoleo di Augusto tra il Comune di Roma e la Fondazione TIM: stato firmato oggi l’atto che aggiorna la convenzione a disciplina dell’atto di mecenatismo. Il Mausoleo e’ una delle piu’ imponenti opere architettoniche della romanita’ e il piu’ grande sepolcro circolare dell’antichita’. La rimodulazione, a seguito delle modifiche al progetto iniziale di restauro del Mausoleo, e’ tesa anche a valorizzare le attivita’ multimediali e al fine di aumentare la fruibilita’ di questo monumento unico al mondo. L’atto e’ stato siglato in Campidoglio in presenza del sindaco di Roma, Virginia Raggi, e del presidente di Fondazione TIM, Salvatore Rossi, dalla Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali, Maria Vittoria Marini Clarelli, e dal consigliere e direttore generale di Fondazione TIM, Giorgia Floriani.

“La riapertura del Mausoleo di Augusto e’ stata un simbolo di ripartenza per il mondo intero: la generosita’ di Fondazione TIM – diochiara Raggi -, unitamente all’impegno profuso dalla Sovrintendenza Capitolina e dai suoi professionisti che hanno lavorato a quest’evento epocale, ci ha permesso di restituire a tutti questo gioiello del patrimonio storico dell’umanita’. Voglio ringraziarli di cuore, per aver regalato l’opportunita’ di un’esperienza indimenticabile a cittadini e turisti, che hanno risposto con un entusiasmo tale da far registrare il sold-out delle prenotazioni a sole 24 ore dalla riapertura. Tutta la piazza, inoltre, e’ oggetto di una riqualificazione che da’ valore aggiunto all’area. Roma torna a brillare, forte della sua storia, della sensibilita’ di imprenditori lungimiranti e innovatori, e della professionalita’ indiscussa delle nostre migliori risorse”.

A sua volta Rossi commenta: “La tappa odierna valorizza ulteriormente la partnership tra Fondazione TIM e Roma Capitale nel percorso di restauro del Mausoleo di Augusto. L’obiettivo che ci siamo prefissati e’ restituire al pubblico un patrimonio unico al mondo e lo faremo grazie ad un progetto di musealizzazione del sito all’insegna del coinvolgimento e dell’innovazione. Cittadini e turisti avranno presto la possibilita’ di vivere un’esperienza multimediale inedita che rendera’ ancora piu’ affascinante e spettacolare la visita del Mausoleo, come ad esempio poter camminare virtualmente all’interno del monumento nelle varie epoche. Come Fondazione TIM crediamo che il mecenatismo e le collaborazioni pubblico-privato possano promuovere e dare lustro al patrimonio storico e culturale del Paese: in questo progetto lo stiamo facendo mettendo a disposizione non solo risorse economiche ma anche tecnologie e competenze per dar vita a quello che diventera’ uno dei siti archeologici piu’ visitati al mondo”. Fondazione TIM nasce “come espressione – dice un comunicato – dei principi etici, del forte impegno di responsabilita’ verso la comunita’ e dello spirito di innovazione di TIM. La sua missione e’ promuovere la cultura dell’innovazione, operando negli ambiti dell’inclusione sociale, dell’arte e della cultura, dell’istruzione e della ricerca scientifica”.

La Sovrintendente Capitolina ai Beni Cultural commenta “siamo lieti di continuare a lavorare con la Fondazione TIM per il migliore godimento pubblico del Mausoleo di Augusto. Con le risorse messe a disposizione la Sovrintendenza completera’ il restauro, realizzera’ gli impianti, rendera’ il monumento accessibile a tutti. Condividera’, inoltre, con la Fondazione competenze storiche, archeologiche, tecnologiche e comunicative, per offrire un’esperienza di visita al tempo stesso scientificamente attendibile e coinvolgente”.

Il Mausoleo di Augusto e’ tornato accessibile al pubblico lo scorso 1 marzo, dopo essere stato chiuso nel 2007 per la partenza delle indagini archeologiche preliminari alla realizzazione del grande progetto di recupero e restauro eseguito da Roma Capitale. Dopo la prima fase di restauro conservativo terminata nel 2019 e realizzata mediante un finanziamento pubblico di 4.275.000 euro (di cui 2 milioni versati dal Mibact e 2.275.000 da Roma Capitale), e’ attualmente in corso la fase di valorizzazione del monumento grazie allo stanziamento della Fondazione TIM.

L’apertura, anticipata rispetto ai termini previsti per il completamento delle opere di musealizzazione, e’ stata resa possibile dagli interventi di restauro realizzati finora, con la sistemazione di numerose concamerazioni interne e l’avvio dell’allestimento del percorso museale: anche con il cantiere in corso, il pubblico puo’ visitare l’area centrale e accedere agli spazi in sicurezza. Proseguono quindi i lavori di completamento del percorso museale e di riqualificazione della piazza, diretti dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Durante gli scavi nella piazza, e’ venuto alla luce un raro cippo pomeriale in travertino dell’epoca dell’Imperatore Claudio. Nell’area di piazza Augusto Imperatore, inoltre, sono stati spostati i capolinea dei bus ed eliminati i parcheggi, allo scopo di restituire spazi ai cittadini e ottimizzare la fruibilita’ della zona. Fino al 21 aprile scorso, ricorrenza del “Natale” di Roma, il Mausoleo e’ stato aperto gratuitamente a tutti.

Per tutto il 2021, l’accesso restera’ sempre gratuito per i residenti a Roma e nell’area della citta’ metropolitana, mentre sara’ a pagamento per i non residenti, secondo le tariffe previste per l’anno in corso (4 euro il biglietto intero; 3 per il ridotto + 1 euro di prevendita).

Per informazioni, prenotazioni e pre-acquisto dei biglietti d’ingresso c’e’ il sito www.mausoleodiaugusto.it. I servizi museali sono gestiti da Ze’tema Progetto Cultura.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna