Roma, inaugurato restauro biblioteca Lancisiana

Zingaretti: "Parte grande stagione. In qualche modo potrebbe essere inizio interventi Giubileo 2025"

Riapre al pubblico la Biblioteca Lancisiana di Santo Spirito in Saxia a Roma. Alla presenza del ministro della Cultura Dario Franceschini, del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dell’assessore alla Sanita’ e Integrazione Socio-Sanitaria Alessio D’Amato, della Soprintendente Speciale di Roma Archeologia Belle Arti Paesaggio Daniela Porro e del Direttore Generale della ASL Roma 1 Angelo Tanese, sono stati presentati i lavori di consolidamento strutturale e di restauro conservativo che hanno riportato all’antico splendore un patrimonio unico nel suo genere. L’opera e’ stata resa possibile grazie al recupero di fondi della Regione Lazio.

Con questo finanziamento di oltre 4,5 milioni di euro la ASL Roma 1, risolvendo un annoso contenzioso, ha dato il via nel 2017 all’epocale restauro delle Corsie Sistine, ancora in corso, che ricomprende anche l’intervento della Biblioteca Lancisiana. Nel corso della presentazione, il presidente ha sottolineato che si tratta solo del primo step di un progetto piu’ ampio, che presto restituira’ alla Capitale anche la monumentale corsia voluta da Sisto IV, primo esempio di architettura civile rinascimentale a Roma, un luogo imprescindibile nella narrazione della storia della citta’.

I locali sono stati inoltre arricchiti dalla “Lancisiana Virtual Library”, una visita multimediale interattiva e multilingue con un personaggio olografico a grandezza naturale, Cristoforo Carsughi primo bibliotecario della Lancisiana, progetto finanziato dalla Regione Lazio.

La Biblioteca Lancisiana, specializzata in Storia della Medicina e della Scienza, e’ accreditata nell’Organizzazione Bibliotecaria Regionale (O.B.R.) e partecipa al Censimento Nazionale dei Manoscritti e delle Cinquecentine promosso dal Ministero della Cultura – Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche. L’inaugurazione, inoltre, e’ stata l’occasione per presentare i tanti progetti finanziati dalla Regione per il sostegno all’imprenditorialita’ culturale con “Impresa fa Cultura”, grazie al quale con oltre 6,5 milioni di euro sono stati finanziati 48 progetti innovativi di promozione del patrimonio culturale attraverso l’uso di nuove tecnologie, ma anche per la “Valorizzazione dei Luoghi della Cultura del Lazio”.

Con quest’ultimo Avviso, dal 2019, sono stati raggiunti grandi risultati con la riqualificazione di 94 Luoghi della cultura (43 musei, 4 archivi storici, 23 biblioteche e 22 tra aree, parchi archeologici e complessi monumentali) distribuiti nelle 5 province del Lazio (12 progetti in provincia di Frosinone, 17 in provincia di Latina, 9 in provincia di Rieti, 42 in provincia di Roma e 14 in provincia di Viterbo) e lo stanziamento in totale di 20,9 milioni di euro. Tanti progetti che hanno portato alla riscoperta di luoghi straordinari e raccolti in tre pubblicazioni presentate al pubblico questa mattina dal presidente Zingaretti e consultabili online.

“Oggi presentiamo un progetto straordinario – ha detto Zingaretti – che si associa al restauro delle sale della corsia voluta da Sisto V che anch’essa e’ oggetto di restauro, e che rappresenta uno degli esempi di storia della sanita’. Il Santo Spirito nasce proprio accanto alla Basilica si San Pietro come luogo di cura e di accoglienza per i pellegrini, gia’ dal Settecento. Le radici della medicina in Europa hanno un luogo piu’ che simbolico. Nei volumi che sono accanto a noi c’e’ la storia dei primi passi della medicina”.

” Intervenire con un restauro come questo non e’ soltanto un dovere morale e costituzionale – ha detto il ministro Franceschini nel corso del suo intervento – ma un’occasione di crescita. E’ un luogo di attrattivita’ di un turismo del quale l’Italia ha bisogno: un turismo colto, intelligente e rispettoso della fragilita’ del patrimonio culturale “. ” Nelle risorse del Pnrr abbiamo messo una cifra significativa per il complesso di Santo Spirito in Saxia, 5 mln di euro, aiuteremo facendo ognuno la propria parte, e dimostreremo che investire in cultura in Italia non e’ soltanto un dovere morale ma un’opportunita’ di crescita economica “, ha concluso.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna