12 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Russo nuova direttrice parco archeologico del Colosseo

Lo ha annunciato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini

È l’archeologa Alfonsina Russo la direttrice del Parco archeologico del Colosseo. Ad annunciare la nomina è stato il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini.

Così si è conclusa la procedura di selezione internazionale per il direttore del Parco archeologico del colosseo prevista dalla Riforma Franceschini.

Lo stesso ministro Franceschini ha commentato «Nomina di altissima qualità». Alfonsina Russo era rientrata nella terna dei super-finalisti scelti dalla commissione scientifica presieduta da Paolo Baratta dopo gli esami orali affrontati dai dieci candidati selezionati su 78 domande approdate al Collegio Romano dopo l’apertura del concorso internazionale. Dirigente interno del Mibact, Alfonsina Russo, classe ‘59, con una lunga solida carriera a tutelare il patrimonio degli Etruschi nel Lazio, ha guidato la Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale, poi riorganizzata nella Soprintendenza per l’area metropolitana di Roma, Viterbo e l’Etruria.

“Si tratta di un profilo di altissima qualità – ha dichiarato il Ministro Franceschini – che saprà coniugare ricerca, innovazione e tutela per uno dei monumenti più celebri al mondo e autentica icona dell’Italia. Come si vede – ha proseguito il Ministro – tutte le polemiche sulla scelta di stranieri a guidare i musei o sulla mancata valorizzazione delle professionalità esterne al Ministero, erano fuori luogo. La Commissione, che ringrazio, ha valutato i curricula e l’attitudine a guidare il Parco Archeologico più importante e conosciuto del mondo, indipendentemente dalla nazionalità ed io ho scelto, all’interno della terna che mi è stata proposta, Alfonsina Russo, una Archeologa italiana che ha accumulato una importante esperienza di tutela e valorizzazione a più livelli. Il suo nome esce da una selezione innovativa e trasparente che tutti i musei di tutto il mondo hanno studiato e apprezzato come un possibile modello. Di questo l’Italia deve essere orgogliosa”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014