Santa Cecilia/Coro: Dall’Ongaro, solo blocco turnover

Il presidente dell’Accademia smentisce licenziamenti. Ma pensa a un organico di 60 elementi, compatibile con l’equilibrio dei conti e il repertorio

“Non ci saranno tagli di posti di lavoro, ma solo blocco del turnover per tre anni’’. Michele Dall’Ongaro, presidente dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, con un’intervista a ‘’Il Messaggero’’ rassicura i sindacati sul futuro del coro, per il quale hanno lanciato un allarme, proclamando tre giorni di sciopero.

“Parlare addirittura di chiusura del coro è completamente inappropriato –  afferma – anzi è proprio il contrario.’’ Rilevato che il coro resta una grande risorsa e si lavora per sviluppare l’attività,  Dall’Ongaro precisa poi che la pianta organica è di 87 elementi stabili, ma da tempo sono 78. Con il blocco del turnover ( 12 professori andranno in pensione nel triennio) diventeranno 75 nel corso del 2019, 72 nel 2020 e 66 nel 2021. ‘’ Insomma nessun licenziamento – sottolinea – in un’istituzione che ha quasi 300 dipendenti, quasi tutti stabili: i precari sono pochissimi.’’

Premesso che l’ obbiettivo resta l’equilibrio dei conti, Dall’Ongaro ha aggiunto che comunque ritiene prudenziale pensare a una pianta organica del coro che dovrebbe arrivare a 60 elementi, che arricchito di tutti quegli aggiunti che servano a seconda delle opere, viene ritenuto sufficiente per coprire gran parte del repertorio dell’Accademia di Santa Cecilia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna