Via due componenti Cda Teatro di Roma, “Ente diventi Fondazione”

'Prima la nomina del commissario straordinario e poi del direttore'

Il teatro dell'opera di Roma è uno dei più importanti teatri di Roma. Situato fra la Stazione Termiini e le terme di Diocleziano, è un polo culturale di assoluta importanza nel mondo della lirica. Foto di Corrado Maria Falsini

Due componenti del Cda del Teatro di Roma, il presidente Emanuele Bevilacqua e la consigliera Cristina da Milano, si sono dimessi per favorire “la nomina di un Commissario straordinario che possa traghettare l’Associazione verso una sua trasformazione in Fondazione e in seguito procedere alla nomina di un direttore”.

Con una lettera ai soci, ovvero al sindaco di Roma Roberto Gualtieri, al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e al ministro Dario Franceschini, e agli altri componenti del Cda, Emanuele Bevilacqua e Cristina da Milano, sottolineando “l’alta qualità negli ultimi anni della produzione del Teatro di Roma” e la programmazione garantita da remoto in piena pandemia, fanno riferimento alla difficile situazione gestionale per la mancanza di un direttore e per l’assetto giuridico dell’Associazione. Per questo chiedono la trasformazione dell’Ente in Fondazione e il ritorno ad una normale gestione.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna