torna su
14/04/2021
14/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Chiesa pronta a pagare l’Imu a Roma

Trattativa tra il Campidoglio e la Curia romana per i pagamenti di almeno 19 milioni di euro di Imu evasa. Ma rimane il problema dei conventi trasformati in hotel che non pagano Imu e Tari

Avatar
di Redazione | 2017-01-20 20/01/2017 ore 11:59

Papa Francesco arriva in Cile

Simone Canettieri per Il Messaggero

 

La Chiesa pagherà l’Imu, e quindi anche gli altri tributi, al Comune di Roma per i locali commerciali. L’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo dice che è in atto «un’interlocuzione» con il Vaticano. E che «c’è l’impegno formale da parte delle autorità ecclesiastiche di definire questa situazione». Perché, continua l’uomo dei conti della giunta Raggi, «le norme parlano chiaro: bisogna rispettare la legge, questo è il nostro impegno e questo è quello che faremo».

Si spinge molto più avanti l’assessore al Commercio Adriano Meloni: «Nel corso del loro ultimo incontro – svela – Virginia lo ha chiesto al Papa che si è dimostrato disponibile a intraprendere questo percorso». Dunque Papa Francesco avrebbe accolto la richiesta della sindaca grillina. Un tema , il pagamento delle tasse sugli immobili della Chiesa che hanno una finalità religiosa, che i 5 Stelle cavalcano da sempre. Soprattutto in campagna elettorale, tanto che è entrato anche nel libro-manifesto dei pentastellati romani scritto da Daniele Frongia (“E io pago”).

I rapporti tra Oltretevere e Campidoglio a Cinque Stelle finora sono stati abbastanza complessi, non privi di tensioni soprattutto per la gestione finale del Giubileo (per ben due volte nessun rappresentate politico del Comune è stato invitato alle cerimonie di ringraziamento per l’Anno Santo).

Lo scorso dicembre, però, è iniziata la fase di «scongelamento» con un incontro tra Raggi e il cardinale Segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin. E poco prima di Natale proprio l’inquilina del Campidoglio a domanda secca (c’è da aspettarsi il pagamento dell’Imu da parte degli immobili di proprietà della Chiesa?) ha risposto: «Stiamo lavorando su quello».

Eppur si muove, dunque. Il giro di affari sulle case gestite da enti religiosi con finalità commerciali è da capogiro. E fu proprio Raggi a quantificarlo prima delle elezioni in «400 milioni di euro». Basti pensare che, secondo gli ultimi dati raccolti da Riccardo Magi dei Radicali, i contenziosi tra Comune e Vaticano arrivano a 19 milioni solo per i conventi trasformati in hotel. L’evasione record delle imposte locali (dall’Imu alla tariffa rifiuti) da parte di strutture ricettive – spesso veri e propri alberghi con tutti i comfort – di proprietà di enti e congregazioni religiose coinvolge circa 300 immobili, che fanno capo a 150 ordinamenti e congregazioni diversi.

Sono le cosiddette case per ferie, che di francescano però hanno davvero poco visto che la maggior parte delle volte sono degli hotel di lusso a tutti gli effetti. È sufficiente farsi un giro su qualsiasi motore di ricerca, come nel caso di Booking Monestary. Che, tanto per fare un esempio, propone una sistemazione in zona Vaticano con tutti i comfort, per 164 euro a notte: dalla camera super accessoriata al ristorante che cura il menu su misura «dalla scelta degli ingredienti alla preparazione delle pietanze».

Calcolare con precisione gli immobili della Chiesa occupati a Roma per finalità non religiose, al di là delle finalità ricettive, «risulta quasi impossibile perché non si trovano nemmeno nel database del fisco». La stima del sommerso è enorme. Ma anche da parte del Vaticano l’anno scorso ci fu la volontà di sanare i casi più eclatanti. Papa Bergoglio in un’intervista spiegò:«Alcune congregazioni dicono: “no, ora che è il convento è vuoto faremo un hotel, un albergo: possiamo ricevere gente e con ciò ci manteniamo e guadagniamo denaro” – spiegò il Pontefice alla portoghese Radio Renascenca Bene, se desideri questo, paga le imposte. In caso contrario, il business non è pulito».

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25291 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014