torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Torpedoni, Raggi: centro Roma off-limits da 2019

La sindaca: il piano è pronto. L’altro ieri la morte di un viceprefetto

Avatar
di Redazione | 2018-10-8 8/10/2018 ore 10:30

Roma bus turistici via della conciliazione - fotografo: Benvegnù-guaitoli-lannutti

“Le nuove regole ci sono, e saranno in vigore dal 2019”. Dopo la morte di un viceprefetto, investito in pieno centro a Roma da un autobus turistico, la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, rilancia il nuovo piano contro i torpedoni in centro. Una serie di norme già approvate dall’Assemblea capitolina lo scorso maggio ma che entreranno in vigore solo dal primo gennaio del prossimo anno.

“Eravamo pronti con il regolamento ma i proprietari dei bus turistici avevano già venduto i pacchetti e se avessimo imposto l’inizio, non solo avrebbero fatto ricorso ma avrebbero chiesto il risarcimento danni – spiega la Raggi -. E invece noi abbiamo bisogno che questo regolamento venga applicato come una lama, senza essere bloccato”. “Io poi mi chiedo come mai nessuno fino ad ora – sottolinea la prima cittadina – ha avuto il coraggio di tirar via i bus turistici dal centro. Chi parla adesso fa parte di quelle amministrazioni che in passato hanno concesso carnet con sconti importanti”. E saranno proprio le tariffe per l’accesso in centro una delle principali novità introdotte dal nuovo regolamento sui bus turistici a Roma.

Dal 2019, infatti, gli abbonamenti annuali saranno sostituiti con carnet da 50, 100, 200 e 300 ingressi giornalieri che potranno costare fino a 26 mila euro, in base alla classe emissiva del veicolo. L’intero centro storico, poi, sarà completamente off-limits per i torpedoni, ed eccezione di scolaresche, hotel con un numero di stanze pari o superiore a 40, secondo un limite fissato a 30 mezzi giornalieri. Per l’accesso all’area interna alla Ztl Vam, ovvero una zona intermedia assimilabile più o meno all’anello ferroviario, arrivano i carnet. E fuori dal centro aumentano gli stalli di sosta per questo tipo di mezzi. Nel vecchio regolamento era prevista una sosta per la durata media di 2 ore, nel nuovo la sosta è di 3 ore. L’obiettivo della maggioranza a 5 Stelle è quello di blindare il centro, per evitare congestioni che, in alcuni casi, hanno portato anche a incidenti mortali. Come capitato l’altro ieri, quando un viceprefetto è stato investito da un bus a via Cavour, a due passi dai Fori Imperiali. Stava passeggiando con la moglie quando il mezzo lo ha travolto e trascinato per qualche metro sotto gli occhi della donna che ha provato a chiedere aiuto. A luglio scorso un altro incidente mortale si verificò a Corso Vittorio, dove una 22enne fu investita e uccisa dall’autista di un altro bus turistico, accusato di non essersi fermato al rosso del semaforo.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014