Piano arenili: a Ostia 53% spiagge libere e solo 25 concessioni

Gualtieri presenta nuovo Pua, 'Giù lungomuro entro 2026'

Il 53% di spiagge libere o con servizi di Ostia, il 65% se si considera anche Castel Porziano, di cui oltre un terzo nell’area urbana, 25 concessioni per gli stabilimenti, rispetto alle attuali 71 e via la ‘passeggiata’ prevista dall’amministrazione Raggi.

E ancora, prevedere all’abbattimento del Lungomuro, che si fara’ entro il 2026. E’ quanto prevede il nuovo Piano di Utilizzazione degli Arenili (Pua), approvato in Giunta e presentato dal sindaco Roberto Gualtieri in una conferenza stampa nella sala delle Bandiere in Campidoglio, alla presenza anche dell’assessore all’Urbanistica Maurizio Veloccia e del presidente del Municipio X Mario Falconi. Una riqualificazione del litorale, con i primi bandi che dovrebbero arrivare dopo un percorso di circa un anno e mezzo/due.

”Il nostro obiettivo e’ di fare tutto entro la fine della legislatura tra cui il superamento della barriera, ma anche prima”, ha detto Gualtieri. ”Un Pua innovativo, diverso da quello presentato dalla precedente amministrazione – ha sottolienato il sindaco – Garantiamo 4 obiettivi: aumentare le spiagge di libera fruizione, garantire meglio l’accessibilita’ al mare, liberare la visuale dal lungo muro e garantire una riqualificazione dal punto di vista architettonico ambientale ed energetico degli stabilimenti, quindi rendere piu’ bello, piu’ fruibile, piu’ sostenibile e accessibile il mare di Roma”. ”Il nostro Pua – ha aggiunto – va oltre le prescrizioni regionali: con il 53% di spiagge libere rispetto al 50% e il 65% considerando anche Castel Porziano e ma e’ importante che anche nell’area urbana sia previsto un terzo di spiagge libere”. ”Le concessioni – ha detto ancora Gualtieri – non saranno piu’ di circa un chilometro ma piu’ piccole. I nuovi bandi precederanno come condizione, sembra scontato da dire, gli abbattimenti degli abusi”. In merito all’abbattimento del lungomuro l’assessore Veloccia ha poi assicurato: ”Noi vogliamo che il litorale di Ostia possa aumentare il numero di spiagge libere e vogliamo garantire almeno il 50% di visuale. Da parte dell’amministrazione c’e’ la volonta’ politica di confrontarsi con tutti perche’ sara’ un percorso lungo ma questo percorso noi lo vogliamo concludere”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna