A Roma nuove regole per la logistica merci: dai microhub agli sconti per i mezzi ecologici

Il Campidoglio parte da dieci linee guida, con l’obiettivo di ridurre il numero di mezzi che circolano nel centro storico e abbattere le emissioni inquinanti complessive della città. Rivoluzione anche nella logistica dei cantieri

Il Campidoglio inizia a ripensare alla logistica delle merci, partendo da dieci linee guida, con l’obiettivo di ridurre il numero di mezzi che circolano nel centro storico e abbattere le emissioni inquinanti complessive della città. Il piano prevede la realizzazione di microhub destinati alla logistica di prossimità: si tratta di aree di scambio, di circa 300/400 metri quadrati, dotate di allacci di energia elettrica per ricaricare i veicoli.

I microhub

Saranno collocati in siti pubblici o privati da riqualificare, preferibilmente attorno alla zona a traffico limitato per i veicoli commerciali, il cosiddetto anello Vam. Nei microhub i furgoni potranno scaricare le merci su mezzi più piccoli ed ecologici, diretti al centro storico. Uno degli obiettivi, infatti, per i prossimi anni è favorire la ciclo-logistica per i prodotti leggeri.

I lockers

I microhub saranno rafforzati dai lockers, punti di prelievo e consegna delle merci: aree piccole, posizionate in luoghi ad alta frequentazione come stazioni metropolitane, ferroviarie, capolinea di bus, stazioni di rifornimento. I lockers saranno aree piccole in cui potranno stazionare, per poi essere ritirate, le merci di diversi esercizi commerciali. Per le imprese che sceglieranno mezzi ecologici per il trasporto delle merci, inoltre, saranno previsti sconti o primalità sui costi del permesso Ztl Vam. Tra gli altri provvedimenti, su cui si sta ragionando a Palazzo Senatorio, c’è anche un sistema di accreditamento per i veicoli ecologici, la revisione delle regole di accesso alla Ztl, la razionalizzazione degli stalli destinati a carico e scarico delle merci, a seguito di censimento, in tutta la città.

Nuova logistica per i cantieri 

L’operazione più innovativa proposta riguarderà il piano della logistica dei cantieri: le imprese che apriranno un cantiere dovranno presentare anche un piano per i propri mezzi, indicare dove circolano, dove parcheggiano, quanto tempo stazionano, in modo che si possano prevedere e ridurre le ripercussioni sulla circolazione. Infine, il Campidoglio prevede, entro la fine della consiliatura, di varare accordi quadro quadriennali per garantire i nuovi piani di logistica anche per il futuro, favorendo così, da parte delle imprese, l’investimento in mezzi di trasporto ecologici. Le linee guida sono state presentate stamattina in Campidoglio, in occasione della conferenza sulla Settimana europea della mobilità, dall’assessore ai Trasporti di Roma, Eugenio Patané.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna