ACEA: con la sua storia un Museo digitale dell’energia

Dopo la valorizzazione dell’ archivio al via questa estate anche un portale on line. Un Museo fisico post Covid.

Il patrimonio archivistico dell’Acea è stato al centro di una complessa e ambiziosa operazione di valorizzazione, durata tre anni, per inaugurare il nuovo Museo storico digitale, pronto ad essere lanciato a breve. Suggestioni e tecnologia, spettacolo e avanguardia, un sodalizio tra la ricerca scientifica e la vita quotidiana. Questa era l’energia elettrica.

Lo raccontano fotografie d’epoca che immortalano macchine avveniristiche che sembrano usate dalle pagine di un romanzo di fantascienza. Ma anche documenti, verbali, lettere, planimetrie, disegni che testimoniano progetti e personaggi da libri di storia.

Laura Larcan su ‘’Il Messaggero’’ offre un’anticipazione dell’iniziativa della municipalizzata con l’obbiettivo, sottolineato dall’ ad Giuseppe Gola, di offrire alle scuole , alle università al mondo della ricerca un archivio dichiarato di notevole interesse storico dalla soprintendenza del Lazio.

Il portale online è in costruzione e il Museo digitale sarà attivo entro l’estate. È solo una prima fase, perché l’obiettivo finale del progetto è di inaugurare un Museo fisico quando sarà superata l’emergenza dettata dal Covid.

C’è la storia di Roma e dell’Italia nelle ‘’carte’’ e nelle immagini dell’Acea. . Nel 1909 nasceva l’AEM (l’Azienda Elettrica Municipale del Comune di Roma), con l’obiettivo di fornire energia per l’illuminazione. Strade, case, palazzi, uffici. Pubblico e privato insieme. Sono gli anni della Roma di Giovanni Giolitti, di Ernesto Nathan, dell’identità dei rioni. E si attraversano gli anni Trenta.

Il primo negozio di quella che si chiamerà poi Acea, venne aperto nel 1929 a via Nazionale, per promuovere il consumo dell’energia elettrica per usi domestici attraverso la vendita di apparecchi elettrici. E si scoprono anche gli albori di una mobilità sostenibile già ideata. Nel 1942 la società presenta già i documenti per la realizzazione di due prototipi di vetturetta elettrica ad accumulatori.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna