Allarme Coldiretti Lazio: con rincari bollette +12% costi per produttori olio

''Dagli aumenti non resta esclusa l'alimentazione del bestiame"

Secondo un’analisi Coldiretti il caro bollette si abbatte sui produttori di grano, che quest’anno dovranno spendere 400 euro in più all’ettaro, dalla semina fino alla mietitura. Così è messa a rischio la produzione della pasta e dell’olio extravergine d’oliva.

”A soffrire sono anche i produttori di olio extravergine d’oliva – spiega il presidente di Coldiretti Lazio e Unaprol, David Granieri – sui quali si abbatte la scure dei rincari con un aumento complessivo del 12% dei costi medi di produzione”. Sulla produzione di polpe, passate e sughi di pomodoro pesano, inoltre, gravano anche i ritardi nella definizione di un accordo per il 2022 fra produttori e industriali che è fondamentale, considerato proprio l’aumento senza eguali dei costi di produzione per le imprese agricole. Così le imprese agricole non possono programmare neanche l’avvio delle operazioni colturali.

”Serve responsabilità da parte dell’intera filiera alimentare con accordi tra agricoltura, industria e distribuzione – continua il presidente di Coldiretti Lazio- E’ necessario farlo anche combattendo le pratiche sleali nel rispetto della legge che vieta di acquistare il cibo sotto i costi di produzione. Una legge fortemente sollecitata da Coldiretti”.

Sull’agricoltura incide anche l’aumento del prezzo del gasolio e dei concimi. é aumentata anche l’urea, fondamentale per il post semina del grano. Anche il costo del fosfato biammonico è raddoppiato. ”Dagli aumenti non resta esclusa l’alimentazione del bestiame – conclude Granieri – La stessa cosa accade per il settore florovivaistico e ortofrutticolo con il riscaldamento delle serre necessario per ortaggi e fiori. Una situazione che non risparmia neppure i costi di produzione dell’intera filiera agroalimentare come quello per gli imballaggi, dalla plastica alla banda stagnata, che incidono su diverse filiere, dalle confezioni di latte, alle bottiglie per il vino, succhi e conserve, alle retine per gli agrumi ai barattoli smaltati per i legumi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna