Amministrative: a Viterbo sfida tutta al femminile

A contendersi il capoluogo Chiara Frontini, con una candidatura civica, e la dem Alessandra Troncarelli

A sinistra Chiara Frontini, a destra Alessandra Troncarelli

Una sfida tutta al femminile dagli esiti finali incerti e non scontati: parte il countwdown per il ballottaggio di Viterbo. A contendersi il capoluogo Chiara Frontini, con una candidatura civica, e la dem Alessandra Troncarelli.

Frontini, consigliera uscente, ex di Alleanza Nazionale, esponente della società civile, sostenuta da sei liste tra cui IoApro assieme a ‘Rinascimento’ di Vittorio Sgarbi, è la terza volta che corre per diventare la prima cittadina. Troncarelli, assessora della giunta del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sostenuta da 8 liste tra cui il Pd, il Movimento 5 Stelle, candidati di Azione nella civica “Viterbo, sul serio” e i ‘fuoriusciti’ di Forza Italia con la lista ‘Viterbo Cresce’, capitanata dal sindaco uscente sfiduciato Giovanni Arena, è arrivata seconda al primo turno con il 27, 9 %.

Ufficialmente l’assessora non avrebbe dato il via a nuove alleanze in vista del secondo turno. Anche la consigliera Frontini, prima al primo turno con il 33,08 %, ha sottolineato che al ballottaggio arriverà senza apparentamenti. A Viterbo a fare da ago della bilancia potrebbe essere il centrodestra.

Presentatosi diviso al primo turno – con Fratelli d’Italia che ha infatti sostenuto la vice sindaca uscente Laura Allegrini, arrivata terza con il 16,74%, mentre la Lega, Forza Italia e Udc hanno appoggiato Claudio Ubertini, arrivati quarti con l’8,53% – il cdx al ballottaggio potrebbe decretare la vittoria o la sconfitta di una delle due candidate. FdI ha già indicato chiaramente che non non appoggerà un candidato del Pd e del Movimento 5 stelle, quindi chiusura totale nei confronti dell’assessora Troncarelli.

Il centrosinistra sperava forse in un appoggio dei moderati schierati inizialmente per Ubertini ma, al momento, il coordinatore regionale della Lega, Claudio Durigon, ha allontanato questa ipotesi bollando come “follia” un eventuale appoggio a Troncarelli e non sbilanciandosi sulla Frontini. Per Troncarelli a scendere in campo è stato quindi Zingaretti: “Il 26 giugno tutti a votare per i ballottaggi. Ora attiviamoci al fianco delle candidate e dei candidati”, ha scritto su twitter.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna