Amministrative: nel Lazio 106 comuni al voto, urne aperte a Roma e Latina da domenica 3 ottobre

Domenica è possibile votare dalle ore 7 alle 23, mentre lunedì 4 ottobre dalle ore 7 alle 15. L’eventuale turno di ballottaggio avrà luogo il 17 e 18 ottobre. In Italia andranno al voto 1.192 Comuni

Sono 106 i comuni nel Lazio in cui si vota per eleggere sindaco e consiglio comunale. Domenica 3 ottobre e (dalle ore 7 alle 23) e lunedì 4 ottobre (dalle ore 7 alle 15) sono chiamati al voto, nelle complessive 3.310 sezioni sparse nelle province della regione, 2 milioni 997 mila 284 aventi diritto. L’eventuale turno di ballottaggio avrà luogo nei giorni 17 e 18 ottobre 2021.

Si vota nella Capitale e in un solo capoluogo di Provincia: Latina. Dei 106 comuni al voto sono 12 ad avere una popolazione superiore ai 15mila abitanti, per i quali è previsto un eventuale ballottaggio (fissato per il 17 e 18 ottobre) se nessuno dei candidati raggiungesse la maggioranza dei voti espressi (il 50 per cento dei voti validi più uno).

Candidati a sindaco della Capitale (2.351.871 aventi diritto al voto) sono in 22, supportati da 38 liste. A sfidare Virginia Raggi, sindaca uscente M5s, sono il candidato del centro sinistra Roberto Gualtieri, quello del centro destra Enrico Michetti, Carlo Calenda (Azione), Rosario Trifiletti (Idv), Luca Teodori (Verità Libertà), Francesco Grisolia (Partito comunista dei lavoratori), Cristina Cirillo (Pci), Fabrizio Marrazzo (Partito Gay Lgbt+), Margherita Corrado (Attiva Roma), Gian Luca Gismondi (Mis), Paolo Berdini (Roma ti riguarda), Giuseppe Cirillo (Buone maniere), Oronzo Paolo Magli (Libertas), Fabiola Cenciotti (Popolo della Famiglia), Micaela Quintavalle (Pc), Elisabetta Canitano (Potere al popolo), Carlo Priolo (Figli d’Italia bambini del mondo), Sergio Nerone Iacomoni (Movimento storico romano), Monica Lozzi (Revoluzione civica), Gilberto Trombetta (Ri Riconquistare l’Italia) e Andrea Bernaudo (Liberisti italiani).

In Italia al voto 1.192 Comuni

Le consultazioni elettorali amministrative previste nelle giornate del 3 e 4 ottobre 2021 interesseranno 1.192 Comuni (1.154 nelle 15 Regioni a statuto ordinario e 38 nella regione a statuto speciale del Friuli Venezia Giulia) per un numero di elettori pari a 12.147.040 distribuiti su 14.505 sezioni. In particolare, andranno al voto 19 capoluoghi di Provincia dei quali 6 anche capoluoghi di Regione: Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste. I restanti 13 capoluoghi di provincia chiamati al rinnovo sono Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese.

Suppletive e regionali

Nelle stesse date si svolgeranno le elezioni regionali nella regione Calabria e le elezioni suppletive della Camera dei deputati rispettivamente nella XII circoscrizione Toscana (collegio uninominale 12 – Siena) e nella circoscrizione XV Lazio 1 (collegio uninominale 11 – Roma – Quartiere Primavalle). Le operazioni di voto si svolgeranno nel rispetto delle modalità operative e precauzionali di cui al protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni elettorali dell’anno 2021 adottato dai ministri dell’Interno e della Salute in data 25 agosto 2021.

In un dossier il Viminale rende note anche alcune curiosità: il Comune con il corpo elettorale meno numeroso (Morterone, in provincia di Lecco, con 27 elettori) e quello più numeroso (Roma, con 2.359.250 elettori), il numero dei diciottenni neo-elettori e gli enti nei quali non sono state presentate liste.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna