Amministrative Lazio: Frosinone alla destra, Viterbo alla civica di Sgarbi

Scrutinate tutte le 290 sezioni totali nei sette comuni del Lazio

I dati parziali delle elezioni comunali nel capoluogo di Frosinone.

Scrutinate tutte le 290 sezioni totali nei sette comuni del Lazio ieri al ballottaggio, per il rinnovo dell’amministrazione locale, lo scenario è chiaro: vince il centrodestra o le colazioni civiche. E’ successo nei due capoluoghi, Frosinone e Viterbo. A Frosinone con Riccardo Mastrangeli per il centrodestra, con il 55,32 per cento delle preferenze. Domenico Marzi del centrosinistra è al 44,68 per cento. A Viterbo la candidata civica, Chiara Frontini, di area di centrodestra e appoggiata da Vittorio Sgarbi, ha vinto con il 64,92 per cento: in netto vantaggio sulla candidata del centrosinistra, Alessandra Troncarelli, che per ora ha un 35,08 per cento di consensi.

Anche nei cinque grandi comuni al voto per il ballottaggio di oggi si va a delineare il quadro. Ad Ardea è sindaco per il centrodestra Maurizio Cremonini 51,56 per cento contro il 48,44 per cento del centrosinistra di Lucio Zito. A Cerveteri Maria Elena Gubetti, candidata con lista civica e appoggiata dal Pd è diventata sindaca con il 52,95 per cento contro il 47,05 per cento di Giovanni Moscherini in campo per il centrodestra. Anche a Ciampino una sindaca di centrosinistra: Emanuela Colella che ha ottenuto il 56,38 per cento; Daniela Ballico del centrodestra si è fermata al 43,62 per cento. A Guidonia Montecelio si registra la vittoria del candidato civico Mauro Lombardo che ha ottenuto il 59,92 per cento dei voti. Infine a Sabaudia, in provincia di Latina è primo cittadino Maurizio Lucci con il 52,89 per cento contro il candidato di centrodestra Alberto Mosca al 47,11 per cento.

Per quanto riguarda l’affluenza, alle 23:00 di ieri nei sette comuni del Lazio chiamati al ballottaggio è stata del 39,51 per cento. Alla stessa ora del 12 giugno scorso la partecipazione – sulla base delle rilevazioni del Viminale – era stata del 53,91 per cento. Il crollo registrato, tra il primo e il secondo turno, è del 14,4 per cento. Oggi erano chiamati al voto in tutto 314.020 aventi diritto tra i due capoluoghi – Frosinone e Viterbo – e cinque grandi comuni di cui quattro in provincia di Roma (Guidonia Montecelio, Ardea, Ciampino, Cerveteri) e uno in provincia di Latina (Sabaudia). Alle 23:00 l’affluenza è stata rispettivamente: Frosinone 53,70 per cento (66,91 al primo turno), Viterbo 32,77 per cento (40,94 al primo turno), Sabaudia 44,27 per cento (43,58 al primo turno), Ardea 29,26 per cento (30,43 al primo turno), Cerveteri 41,42 per cento (51,09 al primo turno), Ciampino 43,73 per cento (53,79 al primo turno), Guidonia Montecelio 27,45 per cento (46,05 al primo turno). Nei quattro comuni dell’area metropolitana di Roma, dove si contano oltre 167 mila aventi diritto, l’affluenza media è stata del 33,47 per cento, al primo turno alle 23:00 era al 47,28 per cento: un crollo del 13,81 per cento (Rer)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna