Banca Fucino: l’imprenditore Petricca entra nel capitale “con una quota rilevante”

Nato in Abruzzo, è emigrato giovanissimo in America Latina dove è diventato un imprenditore nel campo delle infrastrutture. Le imprese del gruppo di cui è a capo hanno realizzato in Sud e Nord America opere infrastrutturali di grandi dimensioni. Recentemente ha fondato la "Holding Italiana" con sede a L'Aquila

“Con una quota rilevante” l’imprenditore Umberto Petricca è entrato nella compagine azionaria del Gruppo bancario Banca del Fucino. A renderlo noto è lo stesso gruppo.

Nato in Abruzzo, Petricca è emigrato giovanissimo in America Latina dove è diventato un imprenditore di  nel campo delle infrastrutture. Le imprese del gruppo di cui è a capo hanno realizzato in Sud e Nord America opere infrastrutturali di grandi dimensioni: strade, autostrade, aeroporti e opere marittime e fluviali, edilizia industriale, residenziale e direzionale.

Secondo quanto riferisce la nota, l’imprenditore ha fondato recentemente  la Holding Italiana – che opera nell’edilizia – con sede a L’Aquila, riuscendo a raggiungere un ottimo traguardo di sviluppo della cantieristica in Abruzzo e nel Nord Italia.

Nella Holding di famiglia attualmente trovano posto asset bancari, assicurativi e delle utility, con più di 100 ragioni sociali che spaziano dalla Sanità ai trasporti, dal commercio all’immobiliare, dall’editoria all’agricoltura oltre a investire nel settore accademico e potenziare quella che è divenuta una delle più importanti Università del Sud America, la Santa Maria di Caracas.

Sull’ingresso di Petricca nel capitale sociale, l’amministratore delegato della Banca del Fucino, Francesco Maiolini, ha dichiarato: “Salutiamo con gioia la decisione di un grande imprenditore quale Umberto Petricca di entrare nel capitale della Banca del Fucino. La sua presenza è per un verso la migliore testimonianza della capacità del nostro progetto di attrarre investitori di profilo internazionale, dall’altro rappresenta un importante contributo all’ulteriore rafforzamento della nostra Banca nel suo territorio di radicamento e alla costruzione di una governance di alto profilo”.

“Con l’ingresso nel Capitale della Banca del Fucino – ha affermato Umberto Petricca – desidero offrire il mio contributo allo sviluppo del territorio che mi ha dato i natali. Ho trovato un Istituto in forte crescita, con obiettivi concreti, con un management dinamico e con le idee chiare, in una prospettiva di rafforzamento del ruolo di Banca locale”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna