Campidoglio: certificati gratis se richiesti online

Raggi: si risparmieranno 0,26 euro per i certificati in carta semplice e 0,52 euro per quelli in carta legale. È una piccola ma significativa agevolazione economica

Il Papa arriva in Campidoglio
Campidoglio

Certificati anagrafici gratis se richiesti ed emessi online. E’ quanto deciso dal Campidoglio. Una delibera di giunta approvata allo scopo di incentivare l’utilizzo dei servizi online di Roma Capitale prevede che il costo dei diritti di segreteria per il rilascio delle certificazioni anagrafiche richieste ed emesse con procedura online attraverso il portale istituzionale sia soppresso. Il provvedimento, dovrà essere sottoposto nelle prossime settimane all’approvazione dell’Assemblea capitolina.

Si prevede, in pratica, l’esenzione dal pagamento rispettivamente di €0.26 e di €0.52 per coloro che richiedano online un certificato in carta semplice o uno in carta legale. La rinuncia alla riscossione dei diritti di segreteria si riferisce esclusivamente alle certificazioni rilasciate in modalità digitale attraverso la piattaforma dei servizi online di Roma Capitale. Il versamento di tali diritti resterà, invece, vigente per gli altri certificati richiesti ed erogati agli sportelli demografici capitolini.

“Presto i cittadini che richiederanno i certificati anagrafici online non dovranno più pagare nulla. Potranno collegarsi dal loro computer di casa e ottenere gratis tali certificati, attraverso il portale istituzionale di Roma Capitale”. Così su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“L’eliminazione dei costi dei diritti di segreteria, approvata dalla Giunta Capitolina, è valida unicamente per le certificazioni emesse con modalità digitale: si risparmieranno 0,26 euro per i certificati in carta semplice e 0,52 euro per quelli in carta legale. È una piccola ma significativa agevolazione economica – spiega – con la quale vogliamo incentivare i cittadini a usufruire dei servizi online che consentono loro di risparmiare tempo, evitando code agli sportelli e spostamenti in città, e ora anche denaro. La misura, che entrerà a regime dopo l’ok dell’Assemblea capitolina al provvedimento, rappresenta inoltre un risparmio per l’Amministrazione in termini di risorse umane e materiali (costo del lavoro del personale, materiale di consumo, dotazioni strumentali). I cittadini che hanno poca familiarità con Internet e con le tecnologie possono trovare, in uno dei 26 Punti Roma Facile sul territorio, il supporto di facilitatori digitali per imparare come accedere e utilizzare i servizi pubblici online di Roma Capitale”, conclude

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna