Campidoglio: nella Città dei 15 minuti ai municipi la gestione diretta del verde

C'è anche questo nel piano di Andrea Catarci, neo assessore al Decentramento, Partecipazione e Servizi al territorio, punta a dare maggiore autonomia alle ex circoscrizioni romane

Piazza del Campidoglio

Valorizzare l’attività dei municipi attraverso premialità per chi riscuote meglio. C’è anche questo nel piano di Andrea Catarci, neo assessore al Decentramento, Partecipazione e Servizi al territorio per la Città dei 15 minuti di Roma. Catarci, già presidente del municipio della Garbatella, punta a dare maggiore autonomia alle ex circoscrizioni romane, ad esempio, attraverso la gestione diretta delle aree verdi fino 5mila metri quadrati (ma in particolari circostanze anche fino a 20mila mq) per cui il Comune dovrà fornire mezzi e personale. Catarci annuncia il suo programma in pillole all’Ansa.

Secondo Catarci “servirà strutturare un rapporto più diretto tra i municipi, i vigili, Ama, Atac e Acea, in modo da permettere ai primi di fornire alle aziende che erogano servizi e al corpo di polizia locale indirizzi precisi: dove occorre una linea di autobus, per esempio, o dove servono più cassonetti. Immagino delle conferenze istituzionali trimestrali o semestrale da convocare sui vari temi. Per questo – e veniamo alla delega della Partecipazione -, dovremo ragionare di forme obbligatorie di partecipazione dei cittadini, consultazioni stabili che possano appoggiarsi anche sulle piattaforme online che metremo a disposizione. Personalmente – aggiunge – mi piacerebbe proporre delle forme di bilancio partecipato”.

Non finisce qui. A suo avviso “bisogna riprendere il percorso di decentramento che ha subìto negli ultimi anni una battuta d’arresto. Servono più soldi e più personale, ma occorre anche valorizzare le singole istituzioni. Ad esempio oggi i municipi sono in gran parte riscossori del Comune, ma alla fine prendono una ‘paghetta’. Il loro bilancio, in soldoni, è frutto di un’elargizione comunale. Mia intenzione è prevedere premialità per chi fa meglio”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna