Campidoglio: nuovo tariffario per fruizione servizi pubblici

L'obiettivo della Sovrintendenza per l'anno appena iniziato è aumentare le entrate di 500 mila euro. Per concerti al Circo Massimo e per i Fori Imperiali ora si riconosce al Comune una quota del biglietto. Revisione delle tariffe anche per quanto riguarda le rette degli asili nido.

Il Papa arriva in Campidoglio
Campidoglio

I Màneskin sono avvisati. Tolta l’Iva e la quota per la Siae, dovranno versare al Campidoglio il 5% di ciascuno dei biglietti da 46 euro che venderanno per il concerto del 9 luglio al Circo Massimo.

Così ha deciso, scrive ‘’La Repubblica’’, la giunta Gualtieri, pronta a mettere nero su bianco il nuovo tariffario «per la fruizione dei servizi pubblici» peri il 2022.

Novità e conferme: nel documento approvato il 5 gennaio torna la misura nata dopo l’indagine della Corte dei Conti sullo show dei Rolling Stones. Era il 2014 e la conca del Circo Massimo venne di fatto regalata a Mick Jagger. Il caso si chiuse con un’assoluzione per i dirigenti riniti sotto inchiesta, ma i giudici furono chiari: la procura avrebbe dovuto prendersela con gli assessori che sorvolarono sulla tariffa per l’affitto del monumento alla band.

Cosi, allora, si spiega il balzello. Non è finita qui. Come si legge nella delibera, l’obiettivo della Sovrintendenza per l’anno appena iniziato è aumentare le entrate di 500 mila euro. Ecco, allora, il «contributo di un euro in occasione delle manifestazioni Musei in Musica e Notte dei Musei».

Al passo con la tecnologia il 2021 è stato l’anno dell’inserimento delle tariffe per le riprese coi droni – questo sarà l’anno dei monumenti in 3D e della realtà virtuale: elaborazioni gratuite a patto che non vengano utilizzate a scopo divulgativo (416,6 euro) o di intrattenimento (fino a 1.083,3 euro).

Tra le conferme, dopo la sperimentazione, c’è quella che riguarda il Forum pass: 16 euro per l’accesso al Foro Romano e ai Fori Imperiali. Al Comune andranno 2,50 euro a biglietto. Nuovo è invece l’ingresso della fontana dell’Acqua Paola nell’elenco dei monumenti per cui le riprese sono a pagamento: oggi Paolo Sorrentino dovrebbe versare 1.083 euro per avere il fontanone del Gianicolo nella Grande Bellezza.

Gratis l’ingresso al restaurato Mausoleo di Augusto per i residenti. Mentre si pagherà 4 euro (5 per i non residenti) per visitare l’area archeologica dei Fori Imperiali e quella di Largo Argentina. Tra le conferme anche l’idea dello scorso anno: per inserire nei propri prodotti il brand Roma, magari con un colpo d’occhio del Colosseo, si pagheranno royalties tra il 6 e il 10% al Comune.

Buone notizie sul fronte asili nido: le 71 fasce Isee sono diventate 10 e le famiglie abasso reddito (da O a 5 mila euro) non pagheranno alcuna retta. La seconda fascia,fino a 10 mila euro, corrisponderà 45 euro al mese. E cosi via fino alla più alta, che verserà 440 euro al mese. L’obiettivo condiviso con la Regione è «il progressivo azzeramento per gli utenti più vulnerabili».

In tema di abusi edilizi, invece, nessuna pietà: ecco una nuova sanzione (da 2 a 20 mila euro) per chi non rispetta le prescrizioni paesaggistiche. Il cosiddetto «tariffane» verrà discusso lunedì mattina in commissione Bilancio. Preventivabili le critiche delle opposizioni. «Il rendiconto è in ritardo e questa delibera fuori tempo massimo. Parliamo di tariffe che spesse vengono riscosse dai municipi e che non sono state mai sottoposte agli stessi municipi per un parere. L’impressione è che con tuttaquesta fretta la gatta stia facendo i figli ciechi», attacca Paolo Ferrara per il M5S.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna