Campidoglio: via libera alla variazione di bilancio, quasi 10 mln per pulire la città

Per le strade e le caditoie 5 milioni di euro, per la bonifica di mini discariche e la rimozione dei rifiuti abbandonati 4,5

Approvata ieri in Assemblea capitolina (con 25 voti favorevoli, 8 contrari e 2 astenuti) la variazione di bilancio, l’ultima possibile nell’anno in corso che – tra le altre cose – stanzia risorse aggiuntive per la pulizia straordinaria della città.

“Abbiamo approvato alcuni ordini del giorno delle opposizioni, molte delle richieste che ci sono arrivate sono già in lavorazione presso gli assessorati competenti – ha spiegato la capogruppo del Pd, Valeria Baglio -. Alle opposizioni che ci dicono che con questa variazione ci sono opere che sono state stralciate, rispondiamo che lo sono perchè non erano pronti gli atti per impegnare i fondi entro il 31 dicembre 2021. Bisogna chiedersi perchè non erano pronti questi atti. I cittadini comunque possono stare tranquilli queste opere saranno nel Dup e nel prossimo documento di bilancio”.

La variazione – presentata all’aula Giulio Cesare dall’assessora al Bilancio, Silvia Scozzese – registra, sul fronte delle entrate, nonostante i ristori statali, una riduzione importante. Su 255 milioni di ristori, di cui 54 milioni contemplati in questa variazione, l’assessorato al Bilancio capitolino ha rilevato un saldo negativo per 27 milioni di entrate. A fronte delle minori entrate sono stati intercettati 59 milioni di economia di spesa: di questi, 9 milioni vanno al fondo di riserva, 30 milioni a ulteriori spese a copertura di attività richieste dai singoli dipartimenti entro ottobre.

I 27 milioni di minori entrate sono il risultato della differenza tra i 255 milioni di ristori Covid, di cui 54 milioni contemplati in questa variazione, e una riduzione sui contributi dove abbiamo registrato 38 milioni in meno sulle multe e 40 milioni in meno sull’imposta di soggiorno. Per quanto riguarda i 30 milioni di spese in più circa 10 milioni – 9,5 esattamente – sono per la pulizia straordinaria: per le strade e le caditoie 5 milioni di euro, per la bonifica di mini discariche e la rimozione dei rifiuti abbandonati 4,5 milioni di euro. Gli altri 20 milioni circa sono micro-interventi che erano già programmati. Sugli investimenti sono stati individuati circa 170 milioni non utilizzati per quest’anno, di questi 69 milioni non sono utilizzabili entro l’anno e saranno disponibili nel prossimo documento di bilancio previsionale 2022-2024. Sul documento sono stati presentati 45 ordini del giorno e cinque emendamenti.

Approfondimento nei dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna