Casino Ludovisi: l’asta va ancora deserta, prezzo sarà ribassato

Il prezzo di base dell'asta era stata fissato a 282 milioni di euro circa .

photo credit: turismoroma.it

E’ andata ancora deserta l’asta per il Casino Ludovisi. “Nessuno ha presentato offerte: adesso il giudice fara’ un provvedimento con il quale fissera’ la data di una nuova asta con un prezzo ribassato”, precisa all’Ansa l’avvocato Stefano Pantalani.

Il prezzo di base dell’asta era stata fissato a 282 milioni di euro circa .

L’immobile era di proprietà del principe Nicolò Boncompagni Ludovisi, erede di una delle famiglie nobili più ricche e potenti di Roma, capace di prestare alla chiesa due papi (Gregorio XIII e Gregorio XV), e di possedere alcuni degli angoli più belli della città, dal rione Ludovisi a via Veneto.

Dopo la morte del principe Nicolò, 1’8 marzo del 2018, l’ultima vestige della dinastia diventa oggetto di uno scontro ereditario tra la terza moglie del principe, la texana Rita Jenette, e i figli nati dal primo matrimonio ai quali lo stesso Nicolò aveva lasciato in dote parte dell’immobile.

L’amaro epilogo di questa storia si consuma in un’aula di tribunale, dove subentra un pignoramento su una porzione di proprietà che nessuno degli eredi è in grado di rifondere economicamente. Da qui la decisione del tribunale di Roma di mettere il bene all’asta.

Il boccone è ghiotto, oltre che per il Caravaggio anche perché numerose sale all’interno del palazzo sono affrescate dal Guercino. Roma, la sua storia, la sua arte e le sue bellezze tutte in un immobile.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna