Caso Torlonia, B. Fucino: vicenda non tocca assetto proprietario

Carlo Torlonia, uno dei quattro fratelli eredi del principe Alessandro scomparso a dicembre scorso, ha impugnato il testamento e avviato un contenzioso civile che ha portato al sequestro delle proprietà di famiglia

Banca del Fucino comunica che “le recenti vicende riguardanti l’asse ereditario della famiglia Torlonia, non afferiscono in alcun modo all’attuale assetto proprietario e all’operatività della Banca del Fucino stessa”.

Carlo Torlonia, uno dei quattro fratelli eredi del principe Alessandro scomparso a dicembre scorso, ha impugnato, infatti, il testamento e avviato un contenzioso civile che ha portato al sequestro delle proprietà di famiglia.

Banca del Fucino comunica inoltre di aver firmato in questi giorni un’esclusiva con Igea Banca S.p.a, volta a definire – nei tempi più celeri previsti dalla vigente normativa – un significativo ingresso nel capitale di Banca del Fucino di fondazioni bancarie, gruppi industriali di rilievo anche internazionale, imprese di servizi provenienti dalla compagine azionaria di Igea Banca.

In parallelo, sono in corso di perfezionamento le attività propedeutiche ad una operazione di cartolarizzazione che consenta il deconsolidamento, da parte della stessa Banca del Fucino, dell’intero portafoglio dei crediti deteriorati.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna