Coldiretti: via libera a “olio di Roma”, con nuova Igp Italia leader mondiale

Nel Lazio giro d'affari di quasi 52 mln di euro all'anno

Il via libera alla prima denominazione “Olio di Roma” rafforza il primato mondiale del Made in Italy nella produzione di extravergine di qualita’, grazie al maggior numero di denominazioni in Europa (43 Dop e 4 Igp) e il piu’ vasto tesoro di biodiversita’ del mondo con 533 varieta’ di olive.

Lo rileva la Coldiretti, in riferimento all’inserimento da parte della Commissione Europea dell’olio “degli antichi romani” nell’elenco comunitario delle Indicazione di origine protetta. “Un riconoscimento fortemente voluto da Coldiretti – sottolinea il vicepresidente nazionale di Coldiretti e presidente della Coldiretti Lazio, David Granieri – che va ad associare il nome evocativo di Roma, autentico patrimonio in termini di notorieta’ e di big data, a un prodotto di grande qualita’ che ha tutte le carte in regole per diventare l’ambasciatore del nostro territorio nel mondo”.

La denominazione Olio di Roma Igp, sottolinea Coldiretti, riguardera’ 316 comuni del Lazio (107 nel territorio della Citta’ Metropolitana di Roma Capitale, 27 in provincia di Latina, 35 di Rieti, 60 di Viterbo, 87 di Frosinone), per una produzione di circa 75 mila tonnellate di olive e 10.550 tonnellate di olio ogni anno, per un valore complessivo di quasi 52 milioni di euro.

Un patrimonio che rinforza le fila di un esercito nazionale di 250 milioni di piante che, con 400 mila aziende agricole specializzate, garantiscono una produzione di 255 milioni di chili nell’anno dell’emergenza Covid.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna