Come trovare lavoro a Roma? Competenze green per 350 mila posti

Bisogna avere caratteristiche ‘verdi’ nell’edilizia e nelle telecomunicazioni. Il 25% delle figure professionali è però di difficile reperimento

Il roseto comunale

Bisogna puntare sul green, sull’economia verde e sostenibile se si vuole trovare lavoro. A Roma, nel 2021 per quasi 372 mila posti bisognava avere competenze di questo tipo, circa 457 mila in tutto il Lazio. Per due posti su tre, la competenza green è necessaria. Ma più del 25% di queste figure professionali è stata difficile da reperire. Come al solito l’incrocio tra domanda e offerta non è facile. Lo afferma un’indagine di Unioncamere – Excelsior,

Il green tira nel lavoro, ma quali in quali settori?

Per l’industria, si evidenzia un’elevata richiesta di competenze green nel settore dell’estrazione minerali (sono necessarie per il 79,7% degli ingressi programmati), nel comparto del legno e del mobile (78,8%), nelle costruzioni (78,6%), nelle industrie chimiche, farmaceutiche e petrolifere (78,5%), per le public utilities (77,8%) e per la meccanica (76,8%). Nei servizi si rileva altrettanto strategica la green skill per la formazione (richieste all’84,6% delle entrate), commercio e riparazione autoveicoli e motocicli (84,4%), servizi avanzati e di supporto alle imprese (81,1%) e alloggio, ristorazione e turismo (80,9%).

I lavori green più richiesti 

Per Unioncamere-Excelsior, le competenze green sono dirimenti per gran parte nei lavori legati al comparto dell’edilizia, quali ad esempio i tecnici e ingegneri delle costruzioni civili (competenze richieste con elevata importanza al 78,6% e al 71,2% delle entrate) e i tecnici della gestione dei cantieri edili (55%), chiamati a operare sia per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio già esistente, sia nella progettazione e costruzione di nuovi edifici ecosostenibili. Ma non solo, le competenze green sono decisive nel lavoro degli ingegneri elettronici e in telecomunicazioni (64,5%), tecnici gestori di reti e di sistemi telematici (57,8%), spedizionieri e tecnici della distribuzione (56,4%), tecnici chimici (52,6%), insegnanti nella formazione professionale (52,3%).

Le lauree più richieste 

Gli indirizzi di laurea più richiesti sono l’indirizzo agrario, agroalimentare e zootecnico (competenze green elevate richieste al 74,7% dei laureati), ingegneria civile ed architettura (61,5%), ingegneria industriale (55,9%) e statistica (54%). Tra gli indirizzi di diploma di secondaria superiore, le imprese ritengono assolutamente necessario il possesso di competenze green per i diplomati a indirizzo turismo, enogastronomia e ospitalità (richieste con elevata importanza al 51,4% dei profili ricercati) e a indirizzo agrario, agroalimentare e agroindustria (48,1%)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna