Concorsone Campidoglio, Lega: esposto all’Anac, prova va annullata

"Violata regola dell'anonimato"

Piazza del Campidoglio

“Appare alquanto grave quanto accaduto durante la prova preselettiva del concorso da dirigenti indetto da Roma Capitale. Al termine della prova gli assistenti hanno ritirato il foglio di risposta a lettura ottica, che, pur inserito in busta chiusa assieme ad un cartoncino coi dati anagrafici del candidato, era oggettivamente potenzialmente sostituibile, proprio perché il codice a barre è stato apposto in un secondo momento, ad opera della commissione e dei suoi collaboratori. E i sospetti non sono stati certo fugati dalla possibilità, data a chi ha voluto, di assistere alle procedure di abbinamento”. A denunciarlo in una nota sono Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini.

“Quanto accaduto in aggiunta alla presenza, tra i nomi che hanno superato la prova, di figure al servizio di uffici di immediato supporto all’attuale governo capitolino, fanno apparire evidente il fatto che la regola dell’anonimato è stata palesemente violata”, proseguono gli esponenti leghisti che hanno depositato un esposto per grave difformità delle procedure di svolgimento delle prove preselettive del Concorso pubblico, per esami, per il conferimento di n. 42 posti per l’accesso ai profili dirigenziali di Dirigente amministrativo e Dirigente Tecnico indetto da Roma Capitale e la contestuale richiesta di annullamento del concorso.

“Viste le palesi segnalazioni di tanti candidati unite alle note inviate da alcuni sindacati sulla difformità delle istruzioni pubblicate sul sito rispetto al modus procedendi dello svolgimento della prova ci auguriamo che il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione – A.N.A.C., il Dirigente Organizzazione e Risorse Umane e il Segretario generale di Roma Capitale, il Sindaco di Roma Capitale, il Prefetto di Roma e il Ministro per la Pubblica Amministrazione ai quali è stato inviato l’esposto intervengano ordinando gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti così come esposti dettagliatamente, valutando la sussistenza di eventuali profili di illegalità o illegittimità e se nel caso venissero confermate le anomalie descritte, di disporre l’adozione di provvedimenti risolutivi e urgenti per l’annullamento della prova preselettiva e di conseguenza del bando di cui sopra, ancora in fase di svolgimento, prevedendo una nuova selezione con modalità che consentano ai candidati di concorrere tutti alle stesse condizioni”, concludono gli esponenti della Lega.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna