Corviale: Regione Lazio, primi alloggi della riqualificazione

Consegnate le chiavi a 8 famiglie. Entro il 2021 saranno 50. La Comunità di Corviale riconosce il cambio di rotta di Ater

Il serpentone di Corviale

L’assessore regionale all’Urbanistica e alle politiche abitative, Massimiliano Valeriani, e il direttore generale di Ater Roma, Andrea Napoletano, hanno consegnato alle famiglie assegnatarie le chiavi di altri 8 nuovi alloggi nel complesso di Corviale. Dopo i primi 10 già completati, si tratta della seconda tranche di appartamenti realizzati con il progetto di riqualificazione del quarto piano del ‘Serpentone’, che permetterà di arrivare alla consegna complessiva di 50 nuovi alloggi entro aprile 2021. Quello che si sta facendo a Corviale – ha rilevato il direttore generale di Ater Roma, Andrea Napoletano – testimonia l’impegno di Ater per migliorare il tessuto urbano delle periferie e della qualità abitativa nelle nostre case’’.

Il direttore dell’Ater ha anche ricevuto la solidarietà della Comunità di Corviale dopo che il ‘’Serpentone’’, lungo un kilometro, è stato recentemente al centro di un servizio delle ‘’Iene’’ su ‘’Italia 1’’, imperniato sul degrado di cui le case pubbliche sono il simbolo. ‘’Da due anni – si rileva con una nota – il direttore dell’Ater ha preteso di dare una risposta, sostenuto dalla Regione Lazio: ci ha messo la faccia con somma meraviglia.’’

“Il Corviale in questi anni – aggiunge la Comunità del ‘’Serpentone’’ – è diventato la cartina di tornasole, una sfida della capacità di mettere in campo una riqualificazione di un quadrante, noto a livello internazionale, da parte delle Istituzioni e di quello Stato di cui tutti, ma proprio tutti, sono dubbiosi e/o disattenti o affacciati alla finestra in attesa di  archiviare  questa ennesima perdente partita’’.

“Nel programma di rigenerazione urbana di Corviale –  ricorda un comunicato dell’assessore Vaerani – la Regione ha investito oltre 20 milioni di euro, che hanno permesso all’Ater di bandire due grandi progetti per ristrutturare il quarto piano e riqualificare il piano terra del complesso di edilizia residenziale pubblica. In particolare, con 10,5 milioni di euro si stanno demolendo i manufatti esistenti dalle occupazioni degli anni 80, per realizzarvi 103 nuovi appartamenti e trasformarlo nel “chilometro verde” che ormai sta visivamente prendendo forma’’.

Nel comunicato l’assessore all’urbanistica ricorda che la Regione nel programma di opere di rigenerazione  ha stanziato un finanziamento di circa 100 milioni di euro con cui sono stati avviati oltre 30 cantieri nei complessi Ater della città di Roma. Da Pietralata al Quarticciolo, da Garbatella a Torre Maura, dal Quadraro al Tufello, da Tor Bella Monaca a Casal Bruciato, da Tor Sapienza a Primavalle, da Tor Vergata al Prenestino, dal Tiburtino III a Torre Gaia, dal Laurentino 38 al Villaggio Breda.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna