Elezioni, Calenda fa marcia indietro e rompe con il Pd

"Non intendo andare avanti con questa alleanza". Le reazioni del centrodestra

Azione rompe il patto elettorale con il Pd. “Non intendo andare avanti con questa alleanza”, ha detto il leader Carlo Calenda intervenendo a Mezz’ora in più” su Rai3. “L’ho comunicato poco fa al Pd”, ha aggiunto il numero uno di Azione.

“E’ una delle decisioni più sofferte che ho preso da quanto sono in politica”, ha puntualizzato. “Non mi sento a mio agio con questo, non c’e’ dentro coraggio, bellezza, serieta’ e amore a fare politica cosi’ ho comunicato ai vertici del Pd che non intendo andare avanti con questa alleanza”.

“Alla vigilia di queste elezioni ho intrapreso un negoziato col Pd, non ho mai voluto distruggere il Pd, con con Letta abbiamo iniziato un negoziato per costruire una alternativa di governo. Ma mano a mani si univano pezzi che stonavano”, ha aggiunto il leader di Azione. “Oggi mi trovo a fianco a persone che hanno votato 54 volte la sfiducia a Draghi. MI sono un po’ perso”.

“Letta sapeva cosa sarebbe accaduto, gia’ da ieri”. Lo aveva avvertito? “Assolutamente”, ha detto il leader di Azione sottolineando che  “Nei giorni scorsi sono andato da Enrico Letta e gli ho proposto di fare un’alleanza netta e che rinunciavo ai collegi, avrei accettato anche solo il 10%”.

Le reazioni del centrodestra

Sono all’insegna dell’ironia la reazioni degli esponenti del centrodestra alla decisione del segretario di Azione, Carlo Calenda, di non andare avanti con l’alleanza con il Partito democratico.

“Nuovo colpo di scena nella telenovela del centrosinistra – osserva su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni -. Calenda ci ha ripensato e non si sposa piu’ con Letta, forse scappa con Renzi. Letta mollato sull’altare pensa ora al suo vecchio amore, mai dimenticato, Conte. Il gran finale di stagione tra 7 giorni, quando scadra’ il termine per la presentazione delle alleanze. Nel frattempo, nel mondo reale famiglie e imprese lottano contro crisi economica e caro vita”. Dal canto suo, il leader della Lega, Matteo Salvini, scrive su Twitter: “A sinistra caos e tutti contro tutti! Avanti compatti, Lega e centrodestra, con il bene dell’Italia come unico obiettivo. Il 25 settembre si cambia!”. “Sembra di stare a ‘Scherzi a parte’. L’alleanza di sinistra va ancora una volta in frantumi. Litigano su tutto e non sono in grado di fare una proposta agli italiani. Unica cosa certa: vogliono aumentare le tasse”, sottolinea sempre sui social il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna