Emergenza casa: importante rinnovamento PA

Nella proposta articolata del ForumDD viene auspicato anche un approccio integrato a politiche in campo sociale

Il dipartimento patrimonio e politiche abitative di Roma ha pubblicato il 10 febbraio un avviso per la presentazione di interesse da parte degli Enti e Soggetti Pubblici per la cessione di immobili da destinare ad Edilizia Residenziale Pubblica (ERP). La Pandemia ha aggravato l’emergenza abitativa e provvedimenti tampone, sia pure necessari, non bastano.

La “politica di quartiere”

Occorre avviare una politica a tutto tondo e in proposito viene avanzata dal ForumDD (Disuguaglianze e Diversità) un proposta articolata su base nazionale, ma dalla quale potrebbero trovare ispirazioni l’Amministrazione capitolina anch’essa alle prese di affrontare la disuguaglianza che investe il settore Casa.

È importante inoltre adottare un approccio integrato e multidimensionale. Gli interventi a favore della casa (che riguardino sia la casa sociale/pubblica, sia l’affordable housing) devono essere profondamente integrati a politiche e azioni in campo sociale, per raggiungere l’obiettivo dell’abitare di qualità posto inizialmente. È utile assumere una “politica di quartiere” e sviluppare politiche di accompagnamento sociale. Non vi può essere “rigenerazione urbana” senza una rigenerazione del tessuto socioeconomico e le varie forme di coinvolgimento della popolazione.

Piano di Ripresa e Resilienza

Un altro punto fondamentale, sollevato nella proposta del ForumDD è la necessità di condizionalità sociali e ambientali per le imprese impegnate negli interventi individuati, che dovrebbero fornire forti garanzie di sicurezza del lavoro attraverso protocolli sperimentati in alcuni contesti, da generalizzare, forti garanzie che impediscano sistematicamente il lavoro irregolare (anche parziale), con rafforzamento delle attività ispettive, forti garanzie contro la penetrazione della Forme innovative di partecipazione organizzativa e strategica del lavoro della criminalità organizzata.

Infine è bene ricordare che ciascuna di queste azioni richiede un forte rinnovamento della PA, nelle sue varie articolazioni, in termini di risorse umane e competenze dedicate, organizzazione, metodi e procedure. Il Piano di Ripresa e Resilienza, che è un piano di investimenti e riforme, offre la straordinaria opportunità di affrontare una volta per tutte inefficienze e disfunzioni, il cui superamento è peraltro condizione indispensabile per costruire percorsi credibili di attuazione, senza i quali qualsiasi impegno assunto nel Piano rischia di essere disatteso.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna