Expo 2030: Veloccia, i privati possono fare molto per riqualificare Roma – VIDEO

Uno dei temi della candidatura all’esposizione universale è la rigenerazione urbana, di spazi ed aree, e secondo l’assessore all’urbanistica è strategico il ruolo dei costruttori romani di Ance Roma – ACER, che ha raccolto nel libro ‘’La bellezza di costruire’’ le esperienze più qualificanti

Ai microfoni di Radiocolonna.it l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Maurizio Veloccia, sottolinea l’importanza di riqualificare e rigenerare la nostra città in vista della candidatura di Roma, come sede di Expo 2030,  soprattutto con l’apporto di imprenditori del settore costruzioni, “I soggetti privati – afferma – possono fare tanto per Roma e abbiamo visto delle bellissime iniziative private e a queste si stanno aggiungendo molte iniziative pubbliche che stiamo mettendo in cantiere. La città si sta riprendendo anche se ha ancora tanti problemi come tutte le città del mondo, ma si vuole rimettere in moto e lo fa attraverso una Amministrazione comunale e l’apporto di privati ”. 

Il Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, apprezzando il volume di Ance Roma – ACER che raccoglie gli interventi più interessanti di riqualificazione urbana e di ammodernamento di edifici, rileva che l’iniziativa è un esempio per riedificare le nostre città salvaguardando il territorio e creando spazi vivibili per i nostri cittadini. “In questo senso – afferma – la rigenerazione urbana è fondamentale perché gli appuntamenti che attendono Roma saranno un qualcosa di fortemente attrattivo e noi dovremmo cercare di non sprecare questa occasione e di attrarre gli imprenditori che vorranno investire sulla nostra città”. 

Il Presidente di Ance Roma – ACER, Antonio Ciucci, nel corso della presentazione del volume “La bellezza di costruire”, raccolta di scatti e storie degli imprenditori di Ance Roma – ACER, spiega che l’iniziativa vuole dimostrare la capacità di saper fare e di rigenerare il tessuto urbano della città.’’ Gli investimenti pubblici e privati insieme –  sottolinea – sono benissimo in grado di elevare il tessuto urbano e sociale di Roma.

La Presidente Giovani Ance Roma – ACER, Elisabetta Maggini, ricordato l’impegno dei costruttori romani per riqualificare edifici ed aree della città, anche in vista della candidatura di Roma per Expo 2030, che darà molta importanza alla rigenerazione urbana, rileva che il progetto intende valorizzare le imprese e i costruttori romani, e dimostrare quanta innovazione abbiamo portato nella città di Roma.  ‘’Per tanti anni il costruttore romano – afferma – è stato definito un “palazzinaro”, ma noi con queste foto vogliamo dimostrare quanto i costruttori hanno contribuito a migliorare la nostra città ed hanno riqualificato intere parti di Roma. In questo libro emerge un grande rapporto tra i costruttori e le loro aziende e con le loro maestranze, perché non dobbiamo dimenticare il grande indotto creato a Roma, e le tante donazioni verso la città come nel caso della Fondazione Sorgente Group di Valter Mainetti, che ha riqualificato e adottato il Giardino degli Aranci, donando più di 250 mila euro, oppure altri imprenditori,  da chi ha donato un asilo al Comune di Roma a chi ha costruito un palazzo,  lasciando una parte del giardino aperto a tutta la cittadinanza,  insomma tante forme di donazione verso il pubblico e verso la città”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna