Green Pass: Cgil, “a Roma no criticità in Ama, Atac e uffici”

"Sono davvero pochi i dipendenti che sono presentati sprovvisti di green pass sul luogo di lavoro e che per questo sono stati 'respinti'", ha detto il segretario di Roma e Lazio, Natale Di Cola

Alla Cgil non risultano “particolari criticità” a Roma nel giorno dell’avvio del green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro e del rientro di parte dei dipendenti statali in sede. Il segretario di Roma e Lazio, Natale Di Cola, dopo una ricognizione nelle diverse strutture, spiega all’Ansa: “Sia all’interno delle sedi centrali dei ministeri, sia nei grandi enti locali e nelle partecipate come Ama e Atac non registriamo particolari criticità e sono davvero pochi i dipendenti che sono presentati sprovvisti di green pass sul luogo di lavoro e che per questo sono stati ‘respinti’. In Atac ad esempio parliamo solo dell’1%. Auspichiamo che nei prossimi giorni ci sia un ulteriore incremento delle prime dosi, già peraltro registrato nell’ultimo periodo, in modo da azzerare i disagi e superare la pandemia. La vaccinazione – chiosa – è l’unica arma per tutelare i lavoratori e rilanciare l’economia”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna