Gualtieri e i 2000 giardinieri da assumere, per De Santis è pura utopia

L'ex ministro conosce i limiti assunzionali previsti dalla legge da lui firmata

Il candidato del Pd

Continuano le osservazioni riguardanti le affermazioni rilasciate durante il confronto pubblico tra i quattro principali candidati alle prossime elezioni per il Campidoglio. Roberto Gualtieri ha infatti fatto trasparire la sua volontà (o desiderio?) di assumere circa 2000 giardinieri atti alla manutenzione del verde pubblico a Roma.

A mettere “i puntini sulle i”, questa volta ci ha pensato Antonio De Santis, assessore al personale della giunta Raggi. De Santis mediante un post pubblicato su Facebook si è così espresso: “Quando Roberto Gualtieri annuncia di voler assumere 2.000 giardinieri a Roma Capitale, o mente, o ha deciso che il Campidoglio nei prossimi tre anni non assumerà nessuno dei 1.512 vincitori del concorso che è iniziato lo scorso 16 giugno e terminerà il 4 agosto. L’ex ministro dell’Economia sa benissimo che la legge prevede limiti alle assunzioni ben precisi per gli enti locali, visto che fu lui quando era al governo a firmare, il 17 marzo del 2020, il decreto che stabilì che Roma avrebbe potuto spendere annualmente per il personale, al massimo, il 25,3% delle entrate, mentre fissò per Milano un tetto al 28,8 per cento. Si tratta di limiti stringenti che smentiscono le promesse del candidato sindaco di Roma del Pd”.

Una frecciatina che promette una pronta risposta da parte di Gualtieri.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna