Immobiliare: boom vendite case vacanza, +41%

Secondo L'Osservatorio Fimaa-Confcommercio con Nomisma, anche i canoni d'affitto con un +4,8% medio su base annua, in netto miglioramento rispetto al 2021, beneficiando della crescita dei flussi turistici

photo credit: pxhere.com

Ad aumentare quest’anno, secondo L’Osservatorio Fimaa-Confcommercio con Nomisma, anche i canoni d’affitto con un +4,8% medio su base annua, in netto miglioramento rispetto al 2021, beneficiando della crescita dei flussi turistici. L’aumento ha interessato maggiormente le località marittime (+5,9% in media) e le località lacuali (+5,3%), mentre i canoni medi delle località di montagna registrano un aumento molto più contenuto (+1,1%).

“Per sostenere il turismo, di fondamentale importanza per l’economia del Paese, è auspicabile che il prossimo governo coinvolga le associazioni di categoria e gli operatori del settore per un Osservatorio del comparto turistico, che monitori tale mercato e fornisca indicazioni utili e propositive anche per la regolamentazione delle locazioni brevi turistiche, evitando disparità di normative tra le varie Regioni”, osserva Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa precisando che “va scongiurato anche il rischio che il settore possa diventare preda dei grandi gruppi internazionali”.

Secondo Luca Dondi, amministratore delegato di Nomisma ad alimentare il mercato “è stata soprattutto l’esigenza delle famiglie italiane di privilegiare dopo la pandemia impieghi in grado di coniugare percezione di sicurezza e possibilità di godimento e gratificazione. Proprio quello che nell’immaginario collettivo rappresenta l’investimento immobiliare.”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna