Incendio Malagrotta: prolungato di 72 ore il divieto di consumare frutta e verdura prodotta nella zona

La nuova ordinanza prende atto del documento di aggiornamento di Arpa Lazio del 18 giugno 2022 sulla qualità dell’aria dopo l'incendio

L'impianto in fiamme a Malagrotta.

Ieri sera il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha firmato una nuova ordinanza per permettere la ripresa delle attività ludico ricreative destinate all’infanzia. Mentre il divieto di consumare frutta e verdura prodotta nella zona dell’incendio del Tmb di Malagrotta e il divieto di pascolo e razzolamento di animali da cortile è stato prolungato per altre 72 ore

La nuova ordinanza prende atto del documento di aggiornamento di Arpa Lazio del 18 giugno 2022 sulla qualità dell’aria dopo l0incendio del 15 giugno scorso e della conseguente nota del direttore Uoc Sisp dell’Asl Roma 3. Alla luce dei dati più recenti, fino a nuova valutazione dell’Asl Roma 3, riferibile all’esito dei prossimi monitoraggi di Arpa Lazio, l’ordinanza dispone il mantenimento solo di alcune delle misure precauzionali adottate con le precedenti ordinanze, recependo le indicazioni dell’Asl Roma 3.

In particolare, l’ordinanza prevede, per un periodo non superiore a 72 ore, in virtù del principio di precauzione, per lo stesso perimetro definito con l’ordinanza 98 del 16 giugno 2022 (per un raggio di sei chilometri dal luogo dell’incendio e comunque limitatamente al territorio di Roma Capitale): il divieto di consumo degli alimenti di origine vegetale prodotti nell’area individuata e il divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile nell’area individuata.

Per quanto riguarda il territorio di Roma Capitale, viene quindi meno la sospensione delle attività educativo-didattiche e della attività ludico ricreative e sportive dei servizi educativi e dell’infanzia, compresi i centri estivi, pubblici e privati, nel perimetro individuato dalle precedenti ordinanze. Inoltre, sempre in virtù dei dati Arpa, per lo stesso territorio di Roma Capitale e per il perimetro delle precedenti ordinanze vengono meno anche le precedenti raccomandazioni relative alle attività all’aperto e quelle relative alla chiusura delle finestre.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna