La protesta dei tassisti a Roma, bombe carta e fumogeni rossi

Corteo da piazza della Repubblica fino a piazza Venezia.

Tra petardi, fumogeni e l'inno nazionale è partita la protesta dei tassisti a Roma per lo sciopero indetto da tutte le sigle sindacali contro il ddl concorrenza. In migliaia si sono radunati in piazza della Repubblica, chiusa al traffico e presidiata dalle forze dell'ordine.

Bombe carta, petardi e una scia di fumogeni rossi. Sono centinaia i tassisti che si sono riuniti oggi a piazza della Repubblica a Roma per protestare contro l’articolo 10 del Ddl concorrenza.

Tra slogan e cori contro il governo, i tassisti accendono la protesta dopo aver proclamato lo sciopero di 48 ore e si apprestano a sfilare in corteo da piazza della Repubblica fino a piazza Venezia.

All’urlo “la licenza non si tocca”, vengono sventolate bandiere tricolore e delle sigle sindacali presenti, tra cui Usb Taxi e Uritaxi. A presidiare la protesta i blindati della polizia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna