Lazio, ecco il progetto per il recupero dei capannoni dismessi

Ieri la presentazione in Camera di Commercio da parte del commissario straordinario per il consorzio industriale unico

Nel Lazio presto nascerà il più grande consorzio industriale unico d’Italia. A dirlo durante la presentazione dei risultati della ricerca “Sostegno alla competitività del territorio attraverso il recupero e la valorizzazione dei siti industriali dismessi nella provincia di Roma” realizzata da Cer e Eures, che si è tenuta ieri alla Camera di Commercio di Roma, Francesco de Angelis, commissario straordinario per il consorzio industriale unico della Regione Lazio.

“I siti dismessi trasmettono l’idea dell’abbandono, che dal punto di vista ambientale è una fotografia che non si può vedere. Via capannoni, via siti dismessi, via il buio, deve tornare la luce. L’operazione che dobbiamo fare è questa – ha detto de Angelis -. Penso di poter consegnare a breve il mio lavoro. È pronto il progetto del piano strategico del consorzio e il nuovo statuto del consorzio regionale. Consegnati questi documenti la palla passa alla Regione e poi ai consorzi. Per marzo-aprile dovrebbe nascere in questa regione il più grande consorzio industriale d’Italia, ma soprattutto saremo uno strumento utile. Dentro questa operazione noi cambiamo la mission dei consorzi industriali”, ha concluso.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna