Lazio: la Regione fa il punto sulle infrastrutture 

Potenziamento di strade e ferrovie al centro del convegno "Cantieri nel Lazio, investimenti per la ripresa"

“Il Lazio si proietta sul futuro e sugli investimenti. Bisogna mettere al centro il tema dello sviluppo e del lavoro”. Così il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini aprendo il convegno in Regione “Cantieri nel Lazio, investimenti per la ripresa”, organizzato per fare il punto su infrastrutture e risorse indispensabili per far ripartire l’economia e migliorare la viabilità nel territorio.

Sono diverse le direttrici per lo sviluppo individuate dalla Regione e 8 i principali interventi con la nomina di commissari: per quanto riguarda le strade, il potenziamento della Salaria, il completamento della Orte-Civitavecchia e la bretella Cisterna-Valmontone; sul fronte delle linee ferroviarie il potenziamento della Roma-Pescara, la chiusura dell’anello ferroviario di Roma e la metro C; infine, il potenziamento dell’acquedotto del Peschiera e della rete di pubblica sicurezza a Roma.

Tra gli altri interventi prioritari nel decreto semplificazioni, ci sono: la Roma-Latina, il potenziamento di A24 e A25, il proseguimento della Civitavecchia-Livorno. Per Lorenzo Tagliavanti, intervenuto in rappresentanza delle imprese, “le infrastrutture sono fondamentali per ridare slancio alla crescita e all’occupazione”. A suo avviso, in questa fase contraddistinta dalla crisi economica portata dal Covid, “bisogna rilanciare gli investimenti pubblici, non si può più aspettare oltre”.

L’ad di Fs Gianfranco Battisti ha rimarcato come nel Lazio la media degli spostamenti su ferro sia la più alta d’Italia, il 13%. Tra le priorità di Fs da lui indicate c’è anche “il quadruplicamento” delle linee ferroviarie verso l’aeroporto di Fiumicino che punta ad allargarsi. Non solo: “Ci sarà una nuova stazione all’interno dell’aeroporto ancora più evoluto. Poi – ha detto Battisti – c’è il piano stazioni: delle 88 stazioni previste 12 sono già realizzate, 9 in corso di ultimazione”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna