Lazio: sanità, approvato il piano territoriale regionale

Tornano attività socio-assistenziali

L’assessore D’Amato al drive-in di Civitavecchia Photo credit: Salute Lazio

E’ stato approvato, dalla direzione regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria e dalla direzione regionale per l’Inclusione Sociale del LAZIO, il “Piano territoriale regionale – Giugno 2021”. A darne notizia sono gli assessori regionali alle Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp Alessandra Troncarelli e alla Sanita’ e Integrazione Sociosanitaria Alessio D’Amato. L’atto fornisce indicazioni per la ripresa delle attivita’ territoriali sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali nei diversi setting assistenziali della Regione. Principale obiettivo del piano e’ quello di assicurare che l’erogazione dei livelli essenziali di assistenza e delle attivita’ socio-assistenziali avvenga con modalita’ organizzative tali da consentire la ripresa dei servizi. Viene altresi’ demandata alle aziende sanitarie locali e ai Comuni l’attivita’ di vigilanza e monitoraggio. La Regione Lazio si riserva inoltre la possibilita’ di rimodulare le misure, anche in senso piu’ restrittivo, sulla scorta dell’evoluzione del quadro epidemiologico.

‘La ripresa delle attivita’ territoriali sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali e’ una vera e propria boccata di ossigeno per i cittadini, in particolare per le persone particolarmente fragili – commenta l’assessore alle Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp Alessandra Troncarelli – La riorganizzazione dei servizi permette da un lato di rispondere con maggiore aderenza alle richieste e i bisogni della persona interessata, e dall’altro di ripristinare, con regime ordinario, l’attivita’ del personale sanitario, sociosanitario e socio assistenziale’. ‘A distanza di oltre un anno dall’inizio della pandemia, possiamo guardare al futuro con una maggiore serenita’ – afferma l’assessore alla Sanita’ e Integrazione Socio-Sanitaria Alessio D’Amato – Grazie anche al forte impatto della campagna vaccinale, e’ infatti possibile dare un nuovo concreto segno di ripartenza e assicurare il nostro sostegno ai cittadini del Lazio. Il Piano territoriale regionale fornisce specifiche indicazioni in grado di garantire la tutela dei cittadini e la continuita’ di cura e assistenza’.

Nello specifico le disposizioni del Piano territoriale regionale – riguardano servizi di assistenza ambulatoriale; assistenza domiciliare; assistenza residenziale e semiresidenziale; modalita’ organizzative per l’ingresso nelle strutture e per lo svolgimento delle visite; l’uscita o il rientro in famiglia di persone ospitate presso strutture residenziali sanitarie, sociosanitarie e socio assistenziali; nuovi ingressi nelle strutture residenziali; attivita’ dei centri sociali, ricreativi e centri anziani. Per le attivita’ dei centri sociali, ricreativi e dei centri anziani, il Piano stabilisce che potranno riprendere a partire dal primo luglio. Viene tuttavia raccomandato lo svolgimento dei servizi, ove possibile, all’aria aperta, riservando comunque le attivita’ a piccoli gruppi di persone, in modo da assicurare il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale. Sono consentite le attivita’ ludiche che prevedono l’utilizzo di materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale e accurata disinfezione e nel rispetto delle regole.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna