Leonardo punta sul Lazio investendo 24 mln per impianti elettronica

Nel 2022 previste 122 assunzioni e lo sviluppo dei due poli di eccellenza di Roma Tiburtina e di Cisterna di Latina, dove verranno progressivamente trasferite le attività attualmente svolte sul sito di Pomezia

Il Piano di Leonardo per il business dell’Elettronica prevede il rafforzamento della presenza sul Lazio attraverso lo sviluppo dei due poli di eccellenza di Roma Tiburtina e di Cisterna di Latina, dove verranno progressivamente trasferite le attivita’ attualmente svolte sul sito di Pomezia”. Cosi’ ha dichiarato il management di Leonardo intervenuto in audizione presso il Consiglio Regionale del Lazio, aggiungendo che “il rafforzamento degli impianti produttivi laziali, in ottica Industria 4.0 e volto a implementare processi produttivi piu’ efficienti e sostenibili, sara’ supportato da investimenti per 24 milioni di euro, che saranno interamente finanziati con risorse proprie dell’azienda”.

Leonardo ha sottolineato che “il Piano sara’ portato avanti garantendo la continuita’ del business, senza alcuna delocalizzazione delle attivita’ verso altre regioni ne’ alcuna riduzione dell’organico, senza impatti sulla catena dei fornitori coinvolti nella produzione e minimizzando gli impatti sui fornitori indiretti”.

Il management ha aggiunto che “la prevista crescita del fatturato sara’ accompagnata da un rafforzamento dell’organico, con inserimenti progressivi di nuovo personale nelle aree produttive: gia’ nel 2022 sono previste 122 nuove assunzioni della Divisione Elettronica in area laziale”. Inoltre, nel Comune di Pomezia, a Santa Palomba, sara’ realizzato un nuovo hub logistico caratterizzato da un magazzino centralizzato, con processi reingegnerizzati e digitalizzati, a servizio delle attivita’ produttive di tutta l’area laziale”.

Il trasferimento delle risorse dal sito di Pomezia “sara’ avviato entro l’estate e sara’ completato entro il 2025, sulla base delle tempistiche e delle misure di accompagnamento che saranno condivise con le Organizzazioni Sindacali – ha concluso Leonardo – e riguardo al futuro del sito di Pomezia, Leonardo e’ gia’ attivamente impegnata nella ricerca delle migliori opportunita’ per la valorizzazione dell’area, tenendo conto delle aspettative che saranno evidenziate dalle Istituzioni del territorio”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna