Metro C, prosegue l’iter per il prolungamento a Piazza Venezia

Prosegue l’iter della delibera del Cipe, step fondamentale per il futuro della linea

“Le delibere del CIPE sono provvedimenti di rilevanza economica strategica che, come tali, hanno effetti sulla finanza pubblica. Per questa ragione sono sottoposte ad un complesso iter di perfezionamento che coinvolge diversi attori istituzionali(..)
A seguito di tali verifiche gli schemi di delibera sono trasmessi al Segretario del CIPE e successivamente al Presidente del Consiglio dei Ministri, presidente del CIPE, per la formalizzazione. Successivamente le delibere sono inviate alla Corte dei conti per il controllo preventivo di legittimità e la conseguente registrazione e infine inviate alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica per la pubblicazione”.

In una di queste delibere, che per linguaggio e lessico di sicuro non suscitano l’entusiasmo di un cittadino romano, si annida un’importante novità per la Capitale.

Come racconta Salviamo la Metro C, il comitato che monitora l’avanzamento dei lavori della terza metropolitana di Roma, prosegue l’iter della delibera Cipe n.76/19, necessaria al prolungamento delle gallerie a piazza Venezia. “Siamo al penultimo step, prima della pubblicazione” specifica il comitato.

Così, oltre ai lavori in superficie – come quei carotaggi visibili da romani e turisti a metà gennaio a Piazza Venezia – ci sono sviluppi burocratici invisibili, ma fondamentali per far sì che Roma possa ambire a una Metro C che vada ben oltre la fermata di Colosseo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna